Ponticelli, spettacolo di fuochi nel cuore della notte: le scatole abbandonate nel campetto

Martedì 15 Settembre 2020 di Alessandro Bottone
Uno spettacolo pirotecnico nel cuore della notte e uno “spettacolo” indecente per le scatole di fuochi abbandonate nel campetto a ridosso di numerose abitazioni. É accaduto nel rione Incis di Ponticelli, nella periferia orientale di Napoli.

Tra l'una e trenta e le due di martedì 15 settembre un gruppetto di persone ha occupato il campetto in viale fratelli Grimm e ha attivato una decina di batterie pirotecniche per concludere i festeggiamenti di una ricorrenza. Dieci o quindici minuti di spettacolo a ridosso dei numerosi condomini seguiti da un applauso e da schiamazzi. Una circostanza che ha infastidito numerosi abitanti del rione di Napoli Est.

«Avessero almeno avuto il buon cuore di lasciar pulito ma mi rendo conto che è chiedere troppo» ha commentato una residente sul gruppo Facebook dedicato a «Gli Incisivi», ovvero il gruppo di volontari che quotidianamente si occupa della manutenzione del verde e, più in generale, del decoro di questa parte del quartiere. I volontari stessi hanno notato le dieci scatole di fuochi nell'area pubblica quotidianamente utilizzata dai giovanissimi per giocare a pallone e hanno denunciato la circostanza con un video.

«Un orario indecente e troppo vicino ai palazzi. Io ho avuto paura che qualche scintilla poteva incendiare la rete protettiva dei lavori in corso» ha commentato Cristina, un'altra residente. Una iniziativa svolta molto probabilmente senza alcuna autorizzazione e fatta senza preoccuparsi delle possibili pericolose conseguenze vista la poca distanza dalle case. Alcuni abitanti si sono resi conto della particolare vicinanza delle batterie solo questa mattina quando hanno notato le scatole di cartone al centro del campetto.
 
«Già non si dorme per caldo poi questi che alla fine hanno pure applaudito non c'è nulla da fare, rispetto zero» è il commento di un'altra donna, anch'essa particolarmente infastidita dall'iniziativa. Non si è fatta attendere la replica delle persone coinvolte: «Sono qui per dire scusa per l’accaduto sono mortificato e chiedo di nuovo scusa da parte di tutta la mia famiglia peró non permetto a nessuno di insultarci con parole vergognose», così un ragazzo ha replicato ai diversi commenti dei residenti.

Spettacoli pirotecnici si registrano a qualsiasi ora in diverse zone del quartiere Ponticelli. Il disturbo della quiete pubblica è solo uno dei problemi. A questo si uniscono la pericolosità dei fuochi d'artificio, se non adeguatamente utilizzati, e il mancato decoro per oggetti che restano in strada per giorni e giorni prima dell’eventuale recupero. © RIPRODUZIONE RISERVATA