Ponticelli fai da te, cittadini recuperano il verde a ridosso di scuola e biblioteca

Sabato 19 Settembre 2020 di Alessandro Bottone

Cittadini in campo per recuperare le zone della città nel degrado. Una iniziativa in tal senso è stata organizzata nella zona orientale di Napoli dove la Nuova Polisportiva Ponticelli ha deciso di impegnarsi per la pulizia del verde infestante. L'associazione è intervenuta nelle aiuole di vico Santillo e di via Gino Alfani, ovvero a ridosso della biblioteca comunale e della scuola materna.

LEGGI ANCHE Agguato a Napoli in piazza Bellini: in dieci contro un ragazzo gay

Da mesi mancavano operazioni di pulizia e manutenzione in queste strade. Qui come altrove si palesa la difficoltà per municipalità e amministrazione centrale a intervenire in maniera costante a causa di un ridotto numero di giardinieri e di mezzi non adeguati all’estensione del patrimonio verde di Napoli Est tra aiuole, parchi, aree attrezzate, cortili di scuole e altre strutture pubbliche. Si registrano forti criticità in tutto il quartiere, specie nelle vicinanze dei complessi di alloggi popolari.
 

 

L'iniziativa di oggi è assolutamente simbolica. Il presidente della Nuova Polisportiva Ponticelli, Gerardo Amato, evidenzia anche l’inciviltà di alcuni cittadini per le condizioni in cui versava l'area pubblica a ridosso della scuola d'infanzia. «Non si trattava solo di erba ma anche di rifiuti, come bottiglie di plastica e vetro. Mi sono sentito di fare questo gesto soprattutto per i bambini che varcheranno il portone della scuola dopo tanti mesi: le nuove generazioni hanno bisogno di esempi, non dobbiamo abituarli al degrado» sostiene Amato che aggiunge: «Sarebbe bello che tutti i cittadini si prendessero cura del proprio quartiere, non per forza rimettendoci dei soldi ma educando i propri figli alla civiltà e al rispetto dell'ambiente. Esistono appositi contenitori dove riporre spazzatura e gli stessi escrementi dei cani vanno rimossi, non lasciati per strada. Sicuramente chiediamo maggiore manutenzione e anche vigilanza in alcune aree ma anche noi cittadini possiamo e dobbiamo dare il nostro contributo».

Da diversi mesi l'associazione ha in gestione uno spazio pubblico posto proprio di fronte alle aree ripulite in queste ore. Si tratta di un piccolo parco che, prima del loro impegno, era chiuso al pubblico e negato da anni. Una azione che dimostra quanto a Ponticelli, così come nell'intera periferia est della città, l'attivismo delle realtà associative sia fondamentale per ripristinare la vivibilità dei luoghi.

Ultimo aggiornamento: 16:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA