Auto sequestrate da rivendere in Francia:
arrestati tre cittadini ucraini a Portici

Mercoledì 1 Dicembre 2021
Denaro sequestrato

Erano pronte per essere caricate su di una bisarca e, se non fosse intervenuta la polizia di Stato a quest’ora due autovetture Toyota C-HR, prive di targhe, avrebbero oltrepassato i confini italiani perché destinate al mercato francese. Gli agenti della sezione antiriciclaggio della squadra di polizia giudiziaria del compartimento della polizia stradale Campania-Basilicata grazie ad un minuzioso lavoro di intelligence, avvalorato da capillari indagini volte a contrastare il mercato della nazionalizzazione dei veicoli rubati, sono riusciti ad intercettare i due veicoli presso una ditta di autotrasporti a Portici. Entrambi i veicoli erano muniti di carte di circolazione rubate in bianco nel 2014 alla motorizzazione di Enna.

Grazie agli accertamenti tecnici eseguiti nell’immediatezza su entrambi i veicoli, è stato accertato che i numeri di telaio erano stati contraffatti; quelli riprodotti, infatti, erano abbinati a targhe appartenenti ad altro tipo di autovetture e di tutt’altra casa automobilistica. Nel corso delle indagini è emerso che il conducente della bisarca, durante il viaggio, avrebbe dovuto far tappa in provincia di Milano dove avrebbe caricato altre due autovetture Toyota, modello Rav-4, anche queste destinate al mercato francese e sequestrate anch’esse dalla polizia di Stato di quel capoluogo.

Video

I poliziotti hanno monitorato per oltre 48 ore il sito dove le due autovetture erano state condotte e, dopo pochi giorni, sul posto si sono presentati 3 cittadini ucraini intenzionati a riprendersi le due autovetture. Alla vista dei poliziotti i tre hanno tentato un’inutile fuga ma sono stati prontamente bloccati e sottoposti a fermo per resistenza a pubblico ufficiale, riciclaggio di autovetture conclusasi con l’arresto. Indosso ad uno di loro gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 4 targhe risultate rubate a Roma nello scorso mese di settembre ad altre due Toyota C-HR .

© RIPRODUZIONE RISERVATA