Porto di Napoli, la Ue sblocca i fondi: tornano oltre cento milioni

di Antonino Pane

  • 29
Prolungamento della diga foranea, nuovi accessi stradali e ferroviari, bonifica dei fondali, una rete fognaria più estesa ed efficiente. Ritornano a disposizione del porto di Napoli 111 milioni di euro stanziati dall'Europa. Sono quelli che erano inseriti nell'agenda 2007/2013 per il Grande Progetto porto di Napoli e che non erano stati spesi. Ora ritornano sugli stessi capitoli di spesa grazie al fatto che la Regione Campania ha inserito di nuovo il Grande Progetto porto di Napoli nelle opere da finanziare. Interventi che, tra l'altro, l'Autorità di sistema portuale del mare Tirreno centrale sta portando avanti, come ha sottolineato lo stesso presidente Pietro Spirito in sede di presentazione del bilancio preventivo. Lo strumento finanziario che per la prima volta unifica, anche dal punto di vista contabile, i porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 7 Novembre 2018, 08:47 - Ultimo aggiornamento: 07-11-2018 09:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP