Pozzuoli, realizzato mega murales
contro l'inquinamento marino

Tuesday 30 June 2020 di Antonio Cangiano
Pozzuoli: realizzato mega murales contro l'inquinamento marino

Una donna abbracciata ad un uomo attraversano, disgustati in barca, un mare di rifiuti. È  la scena provocatoria ritratta dallo street artist Nino Come sulla facciata dell’Ex Convitto delle Monachelle ad Arco Felice, nei Campi Flegrei.

LEGGI ANCHE Mare e coste, Campania maglia nera: 13 reati al giorno contro l'ambiente

Il giovane artista partenopeo, già autore nel 2018  dal mega murales “Il Tuffatore”, visibile da chilometri di distanza e ispirato alla celebre icona enigmatica ritrovata in una tomba di Paestum, da anni  supporta la battaglia per le spiagge libere, uno degli obiettivi  del comitato Monachelle.
 

 

L’ex convitto femminile san Paolo di Pozzuoli, conosciuto anche come “delle Monachelle”, a pochi passi dall’arenile di arco Felice, infatti, da luogo di degrado e abbandono, da qualche anno è diventato centro di aggregazione culturale e volano di idee, grazie all’instancabile lavoro di un folto gruppo di associazioni e volontari  che  nel tempo hanno realizzato: una biblioteca sociale, un laboratorio di falegnameria, ceramica, musica e diversi orti urbani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA