Precipita dal balcone a 13 anni nel cuore di Napoli, giallo sulle cause della caduta

Lunedì 17 Febbraio 2020 di Melina Chiapparino
Lo schianto e, pochi istanti dopo, le urla di chi ha visto una scena terribile. Il corpo di un ragazzino riverso sul marciapiede. In una manciata di minuti, nel quartiere Avvocata, è stato un susseguirsi convulso di urla e pianti dei familiari mentre i soccorsi del 118 arrivavano sul posto e prestavano le prime cure al minore. Le sue condizioni, giudicate immediatamente gravissime dai sanitari dell'ambulanza, hanno fatto scattare le procedure d'urgenza per un codice rosso che di lì a poco sarebbe arrivato nell'ospedale più vicino. Erano trascorse le cinque del pomeriggio quando il 13enne napoletano è precipitato dal quinto piano della propria abitazione lasciando sotto choc l'intero quartiere. Dal momento dell'impatto al suolo, il minore non ha più ripreso conoscenza ma nonostante la notevole altezza da cui è precipitato, le sue principali funzioni vitali non sono state compromesse.

LEGGI ANCHE 13enne napoletano ricoverato in Rianimazione 

Il ragazzino è stato trasportato dall'ambulanza del 118 all'ospedale Loreto Mare dove il mezzo di soccorso è riuscito ad arrivare in pochi minuti. Nel presidio di via Vespucci i medici hanno cercato di stabilizzare le gravi condizioni di salute del minore che ha riportato fratture in tutto il corpo e anche un preoccupante trauma cranico. Già dalla prima assistenza ospedaliera, i sanitari del Loreto Mare hanno fatto rete con l'ospedale Santobono per organizzare un trasferimento lampo e assicurare al minore l'assistenza specifica nel presidio pediatrico. Nonostante i gravi traumi, è stato possibile eseguire il trasferimento del 13enne che è giunto verso le 19.30 al Santobono dove è stato ricoverato nel reparto di Terapia intensiva. Anche il trasporto del minore si è avvalso di un mezzo equipaggiato per la situazione di estrema emergenza e il giovane paziente è arrivato intubato e pronto per il ricovero nel reparto dedicato, dove ora è in prognosi riservata. Il 13enne è precipitato dal quinto piano della propria abitazione ma è giallo sulle cause che hanno provocato la sua caduta. I genitori del minore, completamente sotto choc, non sono riusciti a dare una spiegazione sull'accaduto agli investigatori. Il minore potrebbe essere inciampato o aver accusato un malore, perdendo l'equilibrio. Al momento non si esclude alcuna ipotesi e, sulla vicenda, sono in corso gli accertamenti dei carabinieri della compagnia Centro di Napoli.

Poco meno di un anno fa un altro episodio riguardante un minore aveva scosso Napoli. Un 14enne napoletano si era lanciato dal terzo piano della propria abitazione a Porta Nolana, nel centro antico. In quel caso, l'azione del minore fu causata dalla delusione scolastica nell'apprendere di essere stato rimandato in tre materie. Era il 29 giugno del 2019 e il minore dopo un lungo ricovero ospedaliero riuscì a salvarsi nonostante i gravi traumi riportati nella caduta.  Ultimo aggiornamento: 10:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA