Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giovani geni, il liceo Segré di Mugnano vince il premio «Mad for Science»

Giovedì 26 Maggio 2022
Giovani geni, il liceo Segré di Mugnano vince il premio «Mad for Science»

Chi ben comincia è a metà dell'opera: sono liceali i 'piccoli scienziatI' che si sono sfidati nel concorso Mad for Science, promosso dalla Fondazione DiaSorin. In palio 177.500 euro complessivi da investire nel laboratorio di scienze della propria scuola. Il tema del contest 2022 è stato 'Biotecnologie al servizio dell'uomo e dell'ambiente', in coerenza con gli obiettivi di sostenibilità dell'Onu per il 2030. Centinaia sono stati gli istituti a partecipare, ridotti a 50 candidati dopo la prima selezione, fino agli otto finalisti che oggi si sono confrontati nella Challenge.

A giudicare il loro lavoro è stato l'occhio severo di una giuria di esperti: il direttore del Tigem, l'Istituto Telethon di Genetica e Medicina, Andrea Ballabio; la professoressa ordinaria di Biologia Molecolare dell'università La Sapienza di Roma, Irene Bozzoni; la giornalista, autrice e divulgatrice scientifica, Barbara Gallavotti; il Global Teacher Prize Ambassador, Carlo Mazzone; il professore ordinario di Patologia Generale all'università Vita Salute San Raffaele di Milano, Ruggero Pardi. A capo della giuria, la presidente della fondazione DiaSorin e direttore generale della fondazione Telethon, Francesca Pasinelli.

Lo scientifico Segré di Mugnano finalista al concorso per giovani geni: ricerca su un batterio della Solfatara

«L'iniziativa - spiega - nasce dalla convinzione che si può amare la ricerca solo facendo ricerca, e la ricerca è uno strumento potentissimo per migliorare la qualità della vita». Ad aggiudicarsi primo e secondo premio sono stati i licei scientifici Emilio Segrè di Mugnano di Napoli e Marconi-Lussu di San Gavino Monreale, nel Sud della Sardegna. A loro, rispettivamente, vanno 75.000 e 37.500 euro per l'implementazione del proprio biolaboratorio. L'esposizione più efficace è stata quella dell'istituto Alessandro Volta di Pescara che ha portato a casa il 'premio Comunicazionè del valore di 15mila euro. Alle altre cinque scuole finaliste va 10mila euro ciascuno.

 

Chi ben comincia è a metà dell'opera: sono liceali i 'piccoli scienziatì che si sono sfidati nel concorso Mad for Science, promosso dalla Fondazione DiaSorin. In palio 177.500 euro complessivi da investire nel laboratorio di scienze della propria scuola. Il tema del contest 2022 è stato 'Biotecnologie al servizio dell'uomo e dell'ambientè, in coerenza con gli obiettivi di sostenibilità dell'Onu per il 2030. Centinaia sono stati gli istituti a partecipare, ridotti a 50 candidati dopo la prima selezione, fino agli otto finalisti che oggi si sono confrontati nella Challenge. A giudicare il loro lavoro è stato l'occhio severo di una giuria di esperti: il direttore del Tigem, l'Istituto Telethon di Genetica e Medicina, Andrea Ballabio; la professoressa ordinaria di Biologia Molecolare dell'università La Sapienza di Roma, Irene Bozzoni; la giornalista, autrice e divulgatrice scientifica, Barbara Gallavotti; il Global Teacher Prize Ambassador, Carlo Mazzone; il professore ordinario di Patologia Generale all'università Vita Salute San Raffaele di Milano, Ruggero Pardi. A capo della giuria, la presidente della fondazione DiaSorin e direttore generale della fondazione Telethon, Francesca Pasinelli. «L'iniziativa - spiega - nasce dalla convinzione che si può amare la ricerca solo facendo ricerca, e la ricerca è uno strumento potentissimo per migliorare la qualità della vita». Ad aggiudicarsi primo e secondo premio sono stati i licei scientifici Emilio Segrè di Mugnano di Napoli e Marconi-Lussu di San Gavino Monreale, nel Sud della Sardegna. A loro, rispettivamente, vanno 75.000 e 37.500 euro per l'implementazione del proprio biolaboratorio. L'esposizione più efficace è stata quella dell'istituto Alessandro Volta di Pescara che ha portato a casa il 'premio Comunicazionè del valore di 15mila euro. Alle altre cinque scuole finaliste va 10mila euro ciascuno. (ANSA). Y07-MF 26-MAG-22 15:45 NNNN CRO S42 QBXH SCUOLA: 177MILA EURO PER 8 ISTITUTI 'PAZZI PER LA SCIENZÀ Da fondazione DiaSorin fondi per implementazione laboratori (ANSA) - MILANO, 26 MAG - Chi ben comincia è a metà dell'opera: sono liceali i 'piccoli scienziatì che si sono sfidati nel concorso Mad for Science, promosso dalla Fondazione DiaSorin. In palio 177.500 euro complessivi da investire nel laboratorio di scienze della propria scuola. Il tema del contest 2022 è stato 'Biotecnologie al servizio dell'uomo e dell'ambientè, in coerenza con gli obiettivi di sostenibilità dell'Onu per il 2030. Centinaia sono stati gli istituti a partecipare, ridotti a 50 candidati dopo la prima selezione, fino agli otto finalisti che oggi si sono confrontati nella Challenge. A giudicare il loro lavoro è stato l'occhio severo di una giuria di esperti: il direttore del Tigem, l'Istituto Telethon di Genetica e Medicina, Andrea Ballabio; la professoressa ordinaria di Biologia Molecolare dell'università La Sapienza di Roma, Irene Bozzoni; la giornalista, autrice e divulgatrice scientifica, Barbara Gallavotti; il Global Teacher Prize Ambassador, Carlo Mazzone; il professore ordinario di Patologia Generale all'università Vita Salute San Raffaele di Milano, Ruggero Pardi. A capo della giuria, la presidente della fondazione DiaSorin e direttore generale della fondazione Telethon, Francesca Pasinelli. «L'iniziativa - spiega - nasce dalla convinzione che si può amare la ricerca solo facendo ricerca, e la ricerca è uno strumento potentissimo per migliorare la qualità della vita». Ad aggiudicarsi primo e secondo premio sono stati i licei scientifici Emilio Segrè di Mugnano di Napoli e Marconi-Lussu di San Gavino Monreale, nel Sud della Sardegna. A loro, rispettivamente, vanno 75.000 e 37.500 euro per l'implementazione del proprio biolaboratorio. L'esposizione più efficace è stata quella dell'istituto Alessandro Volta di Pescara che ha portato a casa il 'premio Comunicazionè del valore di 15mila euro. Alle altre cinque scuole finaliste va 10mila euro ciascuno. (ANSA). Y07-MF 26-MAG-22 15:45 NNNN CRO S44 QBKP SCUOLA: 177MILA EURO PER 8 ISTITUTI 'PAZZI PER LA SCIENZÀ Da fondazione DiaSorin fondi per implementazione laboratori (ANSA) - MILANO, 26 MAG - Chi ben comincia è a metà dell'opera: sono liceali i 'piccoli scienziatì che si sono sfidati nel concorso Mad for Science, promosso dalla Fondazione DiaSorin. In palio 177.500 euro complessivi da investire nel laboratorio di scienze della propria scuola. Il tema del contest 2022 è stato 'Biotecnologie al servizio dell'uomo e dell'ambientè, in coerenza con gli obiettivi di sostenibilità dell'Onu per il 2030. Centinaia sono stati gli istituti a partecipare, ridotti a 50 candidati dopo la prima selezione, fino agli otto finalisti che oggi si sono confrontati nella Challenge. A giudicare il loro lavoro è stato l'occhio severo di una giuria di esperti: il direttore del Tigem, l'Istituto Telethon di Genetica e Medicina, Andrea Ballabio; la professoressa ordinaria di Biologia Molecolare dell'università La Sapienza di Roma, Irene Bozzoni; la giornalista, autrice e divulgatrice scientifica, Barbara Gallavotti; il Global Teacher Prize Ambassador, Carlo Mazzone; il professore ordinario di Patologia Generale all'università Vita Salute San Raffaele di Milano, Ruggero Pardi. A capo della giuria, la presidente della fondazione DiaSorin e direttore generale della fondazione Telethon, Francesca Pasinelli. «L'iniziativa - spiega - nasce dalla convinzione che si può amare la ricerca solo facendo ricerca, e la ricerca è uno strumento potentissimo per migliorare la qualità della vita». Ad aggiudicarsi primo e secondo premio sono stati i licei scientifici Emilio Segrè di Mugnano di Napoli e Marconi-Lussu di San Gavino Monreale, nel Sud della Sardegna. A loro, rispettivamente, vanno 75.000 e 37.500 euro per l'implementazione del proprio biolaboratorio. L'esposizione più efficace è stata quella dell'istituto Alessandro Volta di Pescara che ha portato a casa il 'premio Comunicazionè del valore di 15mila euro. Alle altre cinque scuole finaliste va 10mila euro ciascuno. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA