Prese in ostaggio gli agenti di Nisida, il 24 enne di Giugliano torna in carcere: revocato l'affidamento in prova

Prese in ostaggio gli agenti di Nisida, il 24 enne di Giugliano torna in carcere: revocato l'affidamento in prova
di Ferdinando Bocchetti
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 13:14
2 Minuti di Lettura

Prese in ostaggio gli agenti di Nisida, torna in carcere per violazione delle prescrizioni. Luca Shehu, 24 enne di Giugliano, aveva ottenuto l’affidamento in prova provvisorio dal magistrato di sorveglianza che gli aveva concesso di espiare il residuo di un cumulo di pena, di quasi 12 anni, lavorando presso un negozio di elettronica di Giugliano.

Per il giovane, dopo appena 2 mesi e mezzo di libertà, si sono però riaperte le porte del carcere di Poggioreale. Il magistrato di sorveglianza gli ha revocato l’affidamento provvisorio per violazione delle prescrizioni, perché in una occasione non è stato rinvenuto presso la propria abitazione e in un’altra - nel territorio di Napoli - aveva tentato di sottrarsi a un controllo delle forze dell’ordine. Shehu era stato condannato per una serie di rapine commesse, per tentata rapina, porto e detenzione di armi, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, sequestro di persona ed evasione. La sua storia aveva ispirato anche la serie televisiva "Mare Fuori". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA