Il presidente tedesco Steinmeier a Napoli: tappe al Goethe, Santa Chiara e Sanità

  • 83
Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier oggi a Napoli dopo essere stato a colloquio al Quirinale con il presidente Sergio Mattarella. Steinmeier ha raggiunto il capoluogo partenopeo in mattinata insieme con la moglie Elke Buedenbender a bordo di un treno Frecciarossa.  Il presidente Mattarella era accompagnato dalla figlia Laura: il suo arrivo è stato accolto dall'applauso di viaggiatori presenti in stazione.
 
 

La visita prevede un incontro al Goethe Institut con una serie di cittadini italiani che hanno vissuto in passato per lavoro in Germania e giovani italiani che studiano il tedesco con la prospettiva di trasferirsi nel paese. A seguire una colazione offerta dal presidente della Repubblica a Villa Rosebery, residenza ufficiale del Capo dello Stato a Posillipo. Nel pomeriggio visita nel centro storico con il sindaco Luigi de Magistris (prevista una tappa a Cappella Sansevero) e incontro con n gruppo di artisti presso il Complesso Monumentale di Santa Chiara, quindi il presidente assisterà nella Basilica di Santa Maria della Sanità ad una prova dei giovani ragazzi del Sanitànsamble. Steinmeier, quindi, avrà un incontro finale con i giovani musicisti dell'orchestra prima di riprendere l'aereo per Berlino.



«Oggi siamo a Napoli e ci avviciniamo a quel sud che conosco molto bene, come il nord, e per questo sono molto felice di essere qui. Quello che vediamo è che il sud irradia un'enorme cultura e orgoglio, ma sappiamo anche che ci sono stati decenni di amara povertà che hanno costretto molti cittadini a spostarsi al nord». Lo ha detto il presidente tedesco Frank Walter Steinmeier, durante la visita al Goethe Institut a Napoli, ricordando i «quattro milioni di uomini e donne» che negli anni '60 si trasferirono in Germania a lavorare per 10 o 20 anni, prima di tornare in Italia.

«Parlare con loro, che hanno conservato l'amore per il nostro paese, è stato emozionante, come anche ascoltare molti giovani che stanno pensando di trascorrere un periodo della loro vita nei paesi del nord e in Germania», ha detto Steinmeier. Che poi ha sottolineato: «Nei discorsi politici spesso si ripete che i ponti reali nei rapporti tra gli Stati sono proprio le persone profondamente interessate ai paesi stranieri, dove vogliono trasferire le loro esperienze personali».
 
Giovedì 19 Settembre 2019, 19:28 - Ultimo aggiornamento: 21 Settembre, 08:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP