Prian, dallo Sri Lanka alla Sanità per diventare pizzaiolo: «Sogno di aprire un locale nel mio Paese»

di Giuliana Covella

  • 149
«Il mio sogno? Aprire una pizzeria nel mio Paese d’origine, lo Sri Lanka. Ma prima devo imparare bene questa antica arte che rende Napoli grande in tutto il mondo». Pian Warnakulasooriya (nella foto) ha 19 anni, vive al Rione Sanità ed è il vincitore della borsa di studio per pizzaiolo messa a disposizione dalla «Michele in the world per i giovani», grazie al progetto «Generare Futuro». «Vivo in un quartiere antico ma anche difficile come la Sanità - sottolinea Prian, aiutato da un interprete - ma voglio imparare questo mestiere-simbolo di Napoli e aiutare la mia famiglia che vive lontana». Da quattro anni in Italia insieme al papà e alle due sorelle, Prian - che nel suo Paese si è diplomato all’istituto alberghiero - dopo il corso per pizzaioli, andrà a lavorare per uno stage in uno dei locali dell’Antica Pizzeria Da Michele, come spiega Alessandro Condurro, amministratore delegato della società insieme a Daniela Condurro: «A parte l’apertura di antiche pizzerie fuori Napoli, che ad oggi sono dieci, l’inaugurazione di Los Angeles la settimana scorsa, di Verona la prossima, poi di Dubai, nella nostra attività c’è anche il lato sociale. In particolare con il corso per pizzaioli per formare manodopera “fatta in casa”, pizzaioli cioè da inserire nel nostro contesto produttivo in Italia e nel mondo, diamo oggi l’opportunità a un ragazzo cingalese di avere una borsa di studio. Prian potrà seguire questo corso gratuitamente per poi essere inserito in una delle nostre pizzerie. Ci fa piacere - aggiunge Condurro - che da Napoli parta un progetto solidale e soprattutto da un quartiere difficile come Forcella, ma da cui si lancia un messaggio di legalità per i giovani». L’iniziativa è legata infatti a «Generare Futuro», il progetto del Forum delle Associazioni Familiari volto ad accrescere le risorse personali di giovani disoccupati per favorirne l’ingresso nel mondo del lavoro. Dopo l’evento presentato oggi, lunedì 20 maggio presso la Maison «E. Marinella» sarà invece designato il vincitore del concorso di idee per la creazione di un foulard bandito dal prestigioso brand per gli utenti del progetto, a cui hanno partecipato oltre 400 giovani, tra i 18 e i 35 anni.
 
 

Il progetto, finanziato dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e finalizzato a sostenere i giovani talenti che vivono in contesti socio-economici difficili, ha visto Mitw tra i principali partner. L’evento è stato l’occasione per presentare la campagna di raccolta fondi e 5 x mille a sostegno dell’associazione di promozione sociale “Amici di Peter Pan” con il presidente Antonio Del Prete. Ma anche per celebrare la chiusura del mese dedicato alla pizza della legalità “Giancarlo Siani Coop”, progetto realizzato in collaborazione con la cooperativa Giancarlo Siani. Ad aprile cinque sedi della Michele in the World (Roma, Firenze, Milano, Londra e Barcellona) hanno inserito nel proprio menù pizze speciali, arricchite nel sapore e nei contenuti dai pomodorini della cooperativa i “Pizzini Vesuviani”, prodotti nelle terre confiscate alla camorra. A chiudere la mattinata la degustazione dell’antica Pizza Mastunicola e della Pizza Giancarlo Siani Coop, accompagnate dai dolci offerti dalla pasticceria Napolitano-Poderico. 
 
Domenica 19 Maggio 2019, 18:03 - Ultimo aggiornamento: 19-05-2019 18:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP