Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pride Napoli, la battaglia di Gabriele per i diritti continua anche dopo la manifestazione

Lunedì 4 Luglio 2022 di Anna Menale
Gabriele

Gabriele Turco ha 26 anni e nella vita è un consulente aziendale presso una grande multinazionale di servizi professionali, nel team di sostenibilità e cambiamento climatico. 

«Mi occupo delle più disparate attività nel campo sociale, ambientale e dei diritti umani, dalla reportistica (redazione dei bilanci di sostenibilità) ad attività di audit. In particolare, negli ultimi mesi sono stato auditor della catena di fornitura di grandi brand della moda, vado materialmente nelle fabbriche ad assicurarmi che le condizioni di salute, sicurezza e tutela dei diritti siano rispettate attraverso una sorta di ispezione», racconta. 

Video

E, proprio nel corso di queste ispezioni, è entrato in contatto con delle realtà che gli hanno permesso di comprendere i passi avanti fatti in termini di human rights. 

In questa videointervista risponde a delle domande in merito al Pride, alla comunità Lgbtqia+ e racconta una storia. 

Ultimo aggiornamento: 5 Luglio, 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA