Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, protesta a piazza Municipio contro la privatizzazione dei beni culturali

Giovedì 16 Giugno 2022
Napoli, protesta a piazza Municipio contro la privatizzazione dei beni culturali

No alla privatizzazione dei principali monumenti di Napoli e no al trasferimento della Biblioteca Nazionale da palazzo Reale a palazzo Fuga. É il messaggio che comitati e associazioni culturali come «Mi Riconosci?», Gridas e Italia Nostra, lanciano al ministro della cultura Dario Franceschini in occasione della conferenza dei ministri della cultura del Mediterraneo con un presidio colorato inscenato a piazza Municipio, poco distante da palazzo Reale dove si svolge il summit.

«In primavera - spiega Enrico Paris di » Mi Riconosci?« - il comune di Napoli ha annunciato la volontà di prevedere un partenariato pubblico-privato per la gestione di alcuni monumenti simbolo della città come Castel dell' Ovo, Maschio Angioino, alcune chiese di pregio sconsacrate, o il museo Pan. Temiamo che tutto finisca nelle mani di una fondazione e l'esperienza ci dice che questi istituti alla fine drenano più risorse rispetto alla gestione pubblica. Ecco il perché del nostro presidio nel giorno in cui Franceschini incontra gli altri ministri all' interno di un palazzo Reale di Napoli blindato e inavvicinabile». Al sit-in partecipano alcune decine di persone raccolte dietro lo striscione «No alle privatizzazioni dei beni culturali».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA