Ospedali, proroga per 120 lavoratori precari per il 2019: stop alle proteste

Lunedì 29 Aprile 2019 di Melina Chiapparino
Continueranno a lavorare nei reparti e nei pronti soccorso degli ospedali dove erano stati assegnati fino al 31 ottobre 2019. Questa la novità per i 120 lavoratori, tra infermieri e operatori socio sanitari, ricevuti oggi dal neocommissario dell'Asl Napoli 1.

La maggior parte di loro era stata assunta nel dicembre del 2017 con contratti a tempo determinato, oramai in scadenza. Per questi motivi, da circa un mese, i 120 operatori avevano cercato di attirare l'attenzione delle istituzioni con proteste e sit-in davanti ai presidi ospedalieri e al palazzo della Regione a Santa Lucia.

La mobilitazione nata per chiedere ai vertici dell'Asl una proroga dei contratti in attesa della conclusione dei concorsi per l'assunzione del personale, ha avuto il supporto della rete sindacale composta da Fp Cgil, Cisl, UIL che hanno partecipato con delegazioni ai sit-in e Nursind, Ugl Sanità, Fials, Fsi e Nursing up che insieme ai primi tre hanno redatto un documento dalla parte dei lavoratori.

Oggi, come annunciato pochi giorni fa, il commissario Ciro Verdoliva ha ricevuto alle 13.00 una delegazione dei 120 lavoratori attivando la procedura per la proroga delle loro prestazioni. Nel corso dell’incontro e nel prendere atto che il reclutamento a tempo indeterminato di infermieri e di operatori socio sanitari. farà riferimento alla graduatoria relativa ai concorsi dell'azienda di rilievo nazionale Cardarelli - ha dichiarato Verdoliva - abbiamo comunicato la decisione di allineare tutte le singole scadenze al 31 ottobre 2019». Ultimo aggiornamento: 21:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA