Camorra, arrestato il reggente del clan De Rosa insieme a due estorsori

Martedì 29 Settembre 2020 di Ferdinando Bocchetti

Il reggente del clan De Rosa di Qualiano e due estorsori arrestati dai carabinieri di Giugliano e Qualiano. L'operazione è stata condotta  nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. In manette sono finiti Aldo Di Buro e Luca Priore, considerati contigui al clan, e Francesco Fusco, detto “o’Spiritillo”, considerato attuale reggente della fazione criminale, operante in Qualiano e comuni limitrofi.

LEGGI ANCHE Un omicidio per lavare l'onore del killer di Siani: condannati a 20 anni

I tre, a vario titolo, sono ritenuti gravemente indiziati  di quattro diverse estorsioni, di cui tre tentate ed una consumata, tutte aggravate dal metodo e dalle finalità mafiose, ai danni di alcuni imprenditori edili e commercianti della zona. I fatti si sarebbero svolti dall'agosto al novembre del 2019. I commercianti taglieggiati hanno aiutato i militari dell'Arma a ricostruire i fatti oggetto delle indagini. Solo in un caso, però, la richieste erano state accolte con la consegna di 1000 euro, mentre le altre vittime si erano immediatamente rivolte ai carabinieri.

Ultimo aggiornamento: 14:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA