Quartieri spagnoli di Napoli, rimosse catene e blocchi di cemento per la movida

Domenica 17 Ottobre 2021
Quartieri spagnoli di Napoli, rimosse catene e blocchi di cemento per la movida

Catene e blocchi di cemento per allargare lo spazio per i clienti, sosta selvaggia con decine di scooter sequestrati. Sono alcuni dei fronti che hanno visto in campo i carabinieri della compagnia Centro nei Quartieri spagnoli di Napoli, durante gli interventi per la movida sicura nelle aree più affollate da turisti e residenti: 120 le persone identificate, 52 i veicoli passati al setaccio, in marcia e in sosta.

Proprio sulla sosta selvaggia i militari hanno concentrato la loro attenzione. 34 tra scooter e moto sono state sequestrati e rimossi con carro attrezzi perché parcheggiati senza alcun criterio tra i vicoli dei quartieri, tutti senza copertura assicurativa. Alcuni erano posizionati davanti ai portoni di edifici, rendendo problematico l'ingresso ai residenti. I militari hanno poi rimosso paletti, catene e blocchi di cemento posizionati abusivamente davanti ad alcune attività commerciali. Un 30enne incensurato del posto è stato denunciato per resistenza e oltraggio alle forze dell'ordine. Percorreva in auto vico Canale a Taverna Penta quando i carabinieri lo hanno fermato e controllato. Ha rifiutato di fornire le proprie generalità e ha poi insultato i militari.

Video

Un 45enne sottoposto alla sorveglianza speciale è stato trovato fuori di casa: nche per lui una denuncia penale. Un 19enne sottoposto ai domiciliari è stato segnalato all'autorità giudiziaria perché ospitava in casa persone estranee al nucleo familiare senza alcuna autorizzazione. E ancora due parcheggiatori abusivi, entrambi già destinatari del daspo urbano. Infine quattro persone sono state segnalate alla prefettura per uso di stupefacenti. I controlli, si apprende dall'Arma, continueranno anche nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA