Quarto, nuovo sistema di videosorveglianza: 30 telecamere su tutto il comune

Lunedì 6 Dicembre 2021
videosorveglianza a quarto.

È costituito da 30 telecamere che terranno sotto controllo territorio, targhe auto e ambiente il sistema di videosorveglianza del Comune di Quarto popoloso comune dell'area flegrea alle porte di Napoli. Il nuovo impianto è stato presentato questa mattina, alla presenza del viceprefetto Filippo Romano, commissario per la Terra dei Fuochi, del comandante della tenenza carabinieri di Quarto, del comandante della polizia locale, del vicesindaco Giuseppe Martusciello e del sindaco Antonio Sabino.

«Il Comune di Quarto punta tutto sulla sicurezza dei propri cittadini e sul rispetto dell'ambiente, grazie ad un moderno e sofisticato nuovo sistema di videosorveglianza già attivo su alcuni punti nevralgici del territorio e destinato ad espandersi - dice il sindaco Antonio Sabino - Da oggi entra a pieno regime il sistema su via Campana, dall'incrocio con via Consolare Campana fino all'incrocio con via Marmolito: 6 telecamere di lettura targa in grado di rilevare i veicoli rubati e le infrazioni al Codice della Strada, quali la mancanza di revisione e di assicurazione».

Video

Il vicesindaco Martusciello aggiunge: «Ci sono, poi, 13 telecamere di contesto, che permetteranno alla centrale operativa della polizia locale di osservare il traffico, individuare e sanzionare alcune infrazioni al codice della strada, come la sosta selvaggia o il mancato rispetto delle corsie di canalizzazione in uscita dalla variante, ma anche i comportamenti anomali dei passanti che possono essere indice della commissione di reati. Un grande contributo in termini di sicurezza urbana arriverà anche dall'attivazione delle telecamere di controllo puntate su piazza Santa Maria e su Piazzale Europa».

LEGGI ANCHE Ladri sul tetto per "girare" le telecamere, ma è troppo tardi: già ripresi e video inviato ai carabinieri

I dati sono tutti crittografati in linea con quanto disposto dal garante nazionale della privacy. Le multe arriveranno sia per posta ma anche attraverso i posti di blocco: i caschi bianchi sono stati dotati di tablet in grado di segnalare l'arrivo verso di loro di auto prive di assicurazione o revisione obbligatoria, in tal modo si procederà nei casi previsti direttamente al sequestro dei veicoli. Per tutti gli altri, i verbali arriveranno comunque a casa. Ma le telecamere saranno fondamentali anche per chiarire la dinamica di alcuni sinistri stradali, accertando in modo chiaro le responsabilità ed anche per debellare alcuni fenomeni di commercio abusivo e di scarico abusivo di rifiuti.

Entro il 31 dicembre il sistema sarà ampliato con ulteriori telecamere puntate su via Masullo, su via Vaiani e su via Pietra Bianca, in modo da controllare i principali punti di accesso al territorio di Quarto. Saranno in tutto 30 le telecamere di ultima generazione attive o da attivare entro il 31 dicembre prossimo e tutte gestite da un evoluto software gestionale ed in grado di essere accessibili rapidamente sia alla polizia locale sia anche alle altre forze di polizia del territorio, a cominciare dalla compagnia dei carabinieri di Pozzuoli che avrà un collegamento diretto.

LEGGI ANCHE «Mi presti il cellulare per telefonare?», ​e glielo porta via: arrestato dopo 2 mesi nel Napoletano

Ma l'amministrazione comunale intende andare oltre anche nel corso del 2022. Sono destinate ad un potenziamento le telecamere per il controllo ambientale nelle zone periferiche, che già hanno dato importanti risultati nella lotta contro gli sversamenti illeciti di rifiuti, ma anche su altre zone importanti del territorio, come corso Italia e la Villa Comunale.

Nei prossimi giorni verrà infatti sottoscritto il patto per la sicurezza urbana tra il Sindaco Antonio Sabino ed il nuovo prefetto di Napoli Claudio Palomba per mettere a fuoco i punti sensibili del territorio, subito dopo verrà approvato in giunta comunale il progetto di ulteriore ampliamento del sistema di videosorveglianza comunale per chiedere al ministero dell'Interno di co-finanziare gli interventi previsti nel 2022.

© RIPRODUZIONE RISERVATA