Rapinano scooter e scappano,
bloccati due banditi napoletani

Gli agenti della sezione antirapina Squadra Mobile di Napoli hanno arrestato Davide Emanuele Amato, 34 anni, e Ciro Ramaglia, 28 anni, entrambi napoletani con l'accusa, in concorso tra loro, di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento di mezzo dello Stato.

La scorsa notte in piazza Bagnoli, a Napoli, i poliziotti hanno notato due uomini, uno su uno scooter bianco e l'altro su un'auto, che avevano bloccato un giovane che era a bordo di un Honda SH costringendolo a seguirli nella vicina via Enea. Qui, una volta scesi sia il centauro sia l'automobilista, si sono avvicinati alla vittima che, era stata costretta ad accostare il suo scooter al marciapiede, e hanno cominciato a colpirla con calci e pugni. I poliziotti, sono intervenuti ma di risposta i due rapinatori sono scappati ma l'inseguimento terminato poco dopo in via Di Niso, strada cieca. Il conducente della Bmw per garantire la fuga al complice ha inserito la retromarcia tentando di investire i poliziotti che, li stavano braccando. Grazie alla prontezza di riflessi degli agenti l'auto ha investito solo lo scooter sul quale viaggiavano. Prontamente i due poliziotti che avevano evitato l'impatto, hanno bloccato dopo una colluttazione, il 34enne.

L'altra pattuglia dell'antirapina, impegnata nell'inseguimento, è riuscita a raggiungere e a bloccare Ciro Ramaglia che, aveva tentato di abbandonare lo scooter appena rapinato per scappare a piedi.
Giovedì 19 Luglio 2018, 14:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP