Refezione flop a Napoli, caccia a chi getta il cibo in strada

di Luigi Roano

2
  • 67
Cibo scadente, appalti lenti, genitori infuriati, l'assessora Annamaria Palmieri che vuole fare luce sul cibo gettato in strada, il sindaco Luigi de Magistris che scarica sul «meccanismo farraginoso» delle gare e i consumatori pronti a fare intervenire la Procura pur di fare chiarezza. La cifra politica della refezione scolastica dà un solo risultato: è una bagarre. Il tema - trattandosi di bambini - scatena molte sensibilità. Malgrado ogni anno, e da parecchi anni, la questione degli appalti per la refezione conquisti sempre più spazi nella cronache giornalistiche. Come stanno dunque le cose? E come se ne esce?
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 13 Gennaio 2019, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 13-01-2019 15:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-01-13 14:32:38
E' sempre colpa di qualcun altro ....
2019-01-13 09:45:31
E con queste credenziali vorrebbero aprire un altro cantiere anche sul lungomare? Ah, parola "dignità ", scomparsa dai vocabolari di tanta gente! P.S. E di qualche giggino di troppo...

QUICKMAP