Riccio neonato che vive negli Scavi
di Pompei salvato in extremis dalle auto

Mercoledì 21 Aprile 2021 di Susy Malafronte
Riccio neonato che vive negli Scavi di Pompei salvato in extremis dalle auto

Un riccio neonato esce dagli Scavi Archeologici per cercare la mamma. Impaurito, stanco e affamato è stato salvato in extremis, da Sebastiano Di Paolo, dalle ruote di una macchina in transito davanti a Porta Anfiteatro, uno degli ingressi del sito. Il piccolo animale, che stava per essere schiacciato dall'auto, si è avventurato fuori l'ambiente sicuro della città archeologica, dove si è rintanato con la sua famiglia, in cerca di mamma riccio, uscita dalla tana domenica sera per trovare cibo per i suoi piccoli.

Anche  mamma riccio è stata messa in salvo dai vigili urbani e affidata, tramite il veterinario dell’Asl e la polizia metropolitana, al Centro di recupero per animali selvatici di Napoli. Il floral designer Sebastiano Di Paolo, nell'attesa di consegnare il piccolo esemplare di riccio al Cras, così da unire finalmente la mamma con il suo piccolo, ha accudito, con i figli e la moglie, amorevolmente il tenero animaletto. Ci saranno altri piccoli ricci all'interno degli Scavi bisognosi di cure e, soprattutto, di essere ricongiunti con la mamma e il fratellino?

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche