Napoli, rinviata autopsia del detenuto morto in bagno nel carcere di Poggioreale. Il fratello: «Vogliamo la verità»

Napoli, rinviata autopsia del detenuto morto in bagno nel carcere di Poggioreale. Il fratello: «Vogliamo la verità»
Martedì 27 Settembre 2022, 14:09
2 Minuti di Lettura

Era previsto oggi ma è slittato «sine die» l'esame autoptico disposto dagli inquirenti della procura di Napoli per fare luce sulla morte di un detenuto, avvenuta la scorsa domenica 18 settembre, nel carcere napoletano di Poggioreale.

«Mi preoccupano questi i ritardi, noi vogliamo che sia chiarita la vicenda, mio fratello era in carcere, ma soffriva di gravi problemi di salute. La notte in cui è venuto a mancare per tre volte è stato soccorso, ma con l'aspirina e poi con l'ossigeno e noi solo alle sei del mattino abbiamo saputo che era morto. È morto per un infarto, questo noi già lo sappiamo, perché soffriva di questo». A parlare è Gennaro Perrone, fratello del detenuto trovato morto in bagno nel carcere di Poggioreale, qualche settimana fa.

Il detenuto venne trovato dalla polizia penitenziaria senza vita in bagno. La famiglia, rappresenta dal penalista napoletano Domenico De Rosa, ha più volte chiesto che fosse trasferito ai domiciliari per problemi di salute, richiesta che non è stata accolta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA