Napoli: ancora violenza in strada al Vasto, maxirissa tra immigrati a via Bologna

Mercoledì 27 Novembre 2019 di Antonio Folle
Nuova rissa a via Bologna

Ancora violenza nella banlieue napoletana. Ieri sera intorno alle 19.00 circa trenta extracomunitari hanno dato vita all'ennesima rissa nel quartiere, sotto gli occhi atterriti di residenti e passanti che non hanno potuto far altro che filmare da balconi e finestre la furia devastatrice di uomini e donne che si è abbattuta anche su alcune auto in sosta. Teatro dello scontro la centralissima via Bologna, dove ogni giorno si tiene il mercato etnico del quartiere che, almeno nelle intenzioni iniziali, doveva servire anche a sopire gli aspri contrasti che si registrano tra i diversi gruppi etnici e le diverse nazionalità che compongono il difficile tessuto socio-culturale del quartiere. 

LEGGI ANCHE Napoli, nuova maxi rissa in strada al Vasto: Far West con 30 immigrati coinvolti

Impressionante i dati relativi al numero di violenze scatenate dagli extracomunitari nel mese di novembre. Secondo le stime di alcuni residenti, infatti, nel solo mese di novembre si sarebbero registrati almeno una trentina di casi di risse e violenti alterchi che vedono coinvolti gli stranieri nel quartiere. Quasi un caso al giorno. I cittadini puntano il dito non solo sulla sempre più difficile convivenza tra stranieri, alcuni dei quali refrattari a qualsiasi tentativo di integrazione, ma anche - e forse soprattutto - sui negozi gestiti dagli extracomunitari che continuerebbero a vendere alcolici anche fuori dagli orari stabiliti dall'ultima ordinanza comunale. Moltissime, infatti, le segnalazioni di casi di ubriachezza molesta.
 


In questi giorni la polizia Municipale guidata dal comandante Alfredo Marraffino e coordinata dal maresciallo Zobel sta eseguendo una serie di interventi in zona per contrastare il commercio abusivo - i tristemente famosi mercatini della monnezza di porta Nolana - e per riportare decoro e legalità nel quartiere. L'ennesimo episodio di ieri sera, però, ha dimostrato con il fenomeno delle risse è impossibile da combattere con la semplice repressione da parte delle forze dell'ordine. Polizia e Carabinieri stanno dando il loro contributo per contrastare le violenze - le risse si "sciolgono" solo alla vista delle divise - ma non basta a ridare serenità ai cittadini che, ormai, hanno paura di avventurarsi in strada di sera. 

LEGGI ANCHE Napoli, immigrato si masturba in strada al Vasto. I cittadini: «Siamo esasperati, pronti alla protesta»

Il problema del quartiere Vasto va affrontato in sede politica. E' necessario, ed è ormai opinione consolidata nel quartiere all'ombra della statua di Garibaldi, risalire alle cause delle continue frizioni tra extracomunitari che si affrontano a calci e pugni - e qualche volta a colpi di colli di bottiglia - ogni giorno. La vocazione all'accoglienza e al rispetto delle differenze culturali e di religione da parte dei cittadini del quartiere Vasto è proverbiale, ma il rischio concreto, continuando a ignorare deliberatamente il problema, è di alimentare un pericolossissimo pregiudizio razziale e scatenare ulteriori e forse più gravi violenze. 

Ultimo aggiornamento: 11:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA