Casoria, incendio nel campo rom: fiamme, fumo e aria irrespirabile

Sabato 14 Agosto 2021 di Elena Petruccelli
Casoria, incendio nel campo rom: fiamme, fumo e aria irrespirabile

Intorno alle 20.00, un’alta colonna di fumo si è alzata da località Cantariello, nei pressi del campo rom di Casoria. Divorate dalle fiamme ci sono sterpaglie, ma tutto intorno c’è odore acre di plastica bruciata e di rifiuti. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Afragola. L’enorme nube nera nasconde perfino la vista del Vesuvio, ancora una volta un rogo rende irrespirabile l’aria di questa vigilia di ferragosto. In questa settimana l’area a nord di Napoli ha fatto registrare numerosi incendi e tutti sempre nelle aree tristemente note per l’incidenza di questi episodi. Ieri al confine tra Casalnuovo ed Afragola, e mercoledì a Caivano località Cinquevie. Tra i primi ad accorrere e segnalare i roghi, oltre ai cittadini, ci sono i Volontari Antiroghi Acerra che commentano sulla loro pagina Facebook: ‘ Non importa più dove, se su un comune o sull’altro, a distanza spesso di pochi centimetri dal confine l’uno dall’altro. Ciò che invece è importante e tragico è che si consente che tutto ciò avvenga quasi sempre negli stessi posti, stesse ore, tutti i giorni e a tutte le ore del giorno e della notte’. Le squadre dei vigili del fuoco sono ancora impegnate a domare le fiamme, l’odore irrespirabile è arrivato fino alle abitazioni, i cittadini costretti a restare con balconi e finestre chiuse. 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 10:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA