Ruba iPhone e borsa in un bar:
marocchino espulso da Napoli

di Francesca Raspavolo

TORRE DEL GRECO - Ruba un iPhone a un cliente di una pizzeria e la borsetta ad una giovane donna in un bar del centro storico: condannato. Si è svolto questa mattina il processo con rito direttissimo a carico di G.A., 30enne extracomunitario con precedenti di polizia, beccato domenica sera a compiere due furti aggravati a Torre del Greco. Il giudice ha convalidato l'arresto e ha disposto nei confronti dello straniero il divieto di dimora nei comuni della provincia vesuviana: dunque G.A. dovrà lasciare il territorio napoletano. 

Domenica sera intorno alle 23 il marocchino si era introdotto all'interno di una nota pizzeria di via Sedivola e aveva rubato un iPhone da un tavolo, poi era fuggito via. Il cliente proprietario del cellulare aveva realizzato immediatamente di aver subito il furto e lanciato l'allarme, ma il 30enne straniero era riuscito a dileguarsi verso via Roma dove aveva colpito ancora. Per il secondo colpo aveva portato via la borsetta ad una ragazza che stava prendendo un drink in un frequentatissimo bar all'angolo.

Con la descrizione dell'extracomunitario alla mano, gli agenti del commissariato di polizia - guidati dal dirigente Davide Della Cioppa - si erano subito messi sulle sue tracce intercettandolo in appena mezz'ora in via Circumvallazione. Il 30enne è stato riconosciuto dalle due vittime e subito arrestato con l'accusa di furto aggravato. Borsetta e cellulari sono stati poi restituiti ai due giovani proprietari. 
Lunedì 16 Aprile 2018, 18:27 - Ultimo aggiornamento: 16-04-2018 18:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP