Napoli: Salvini omaggia il poliziotto ucciso tra fischi, insulti e baci

Venerdì 5 Giugno 2020 di Oscar De Simone

Prima la deposizione della corona di fiori in memoria dell'agente scelto Pasquale Apicella, travolto ed ucciso lo scorso Aprile da una vettura di alcuni rapinatori in fuga, poi il segno della croce ed in fine un bacio rivolto a chi lo contestava dai balconi sulla strada. E' durata pochi minuti la sistemazione dei fiori sullo spartitraffico di Calata Capodichino a Napoli, da parte del leader della Lega Matteo Salvini che sotto una pioggia battente, non ha rinunciato al gesto in memoria del poliziotto scomparso un mese e mezzo fa. Un gesto che però non è stato apprezzato dai cittadini del posto che lo hanno contestato con fischi ed insulti dai balconi di casa. Proprio per questo, in risposta alle provocazioni, Salvini ha ritenuto opportuno rispondere con un bacio ed un saluto. Poi una volta tornato alla vettura che lo aveva accompagnato in zona, è andato via a gran velocità. Un momento di ricordo e contestazione, in uno dei quartieri più popolosi della città.
 

Ultimo aggiornamento: 23:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA