Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli: assalto dei turisti a San Gregorio Armeno, non regge il dispositivo anti-caos

Sabato 18 Dicembre 2021 di Alessandra Martino
Napoli: assalto dei turisti a San Gregorio Armeno, non regge il dispositivo anti-caos

Manca meno di una settimana al Santo Natale e anche questa mattina la via dei Decumani è stata presa d'assalto dai turisti

San Gregorio Armeno nell'ultimo periodo è nel pieno delle discussioni: da un lato la nuova amministrazione prova a tenere sotto controllo la folla dei turisti, con il nuovo dispositivo che, dovrebbe evitare la folla e quindi gli assembramenti dall'altro ci sono i malcontenti dei commercianti che non sono d’accordo con il senso unico, perché,non aiuterebbe l'economia delle botteghe. 

Un sabato baciato dal sole, seppur la giornata particolarmente fredda, migliaia di persone, napoletani ma anche turisti provenienti da altre regioni italiane, hanno affollato la via dei pastori per visitare le tradizionali bancarelle dei maestri presepisti. Perciò, inevitabili gli assembramenti nonostante si circolasse anche a piedi a senso unico così come disposto dal Comune di Napoli.

Video

La maggioranza dei visitatori era munita di mascherina, ma molti anche quelli che la portavano abbassata sotto il mento, così i poliziotti municipali in servizio per garantire il rispetto delle norme anti Covid, hanno avuto il loro bel da fare per imporre il rispetto delle regole. Le forze dell’ordine durante la giornata hanno provato a tenere la sotto controllo ma non è stato semplice, perché gli assembramenti ci sono stati comunque: «La gente è tanta e non sempre riusciamo a gestirli tutti», spiega la polizia municipale. 

A Piazza San Gaetano, inoltre, con il nuovo regolamento è possibile visitarla solo salendo da San Biagio dei Liberai e di conseguenza, è sempre nel pieno del caos perché i turisti, inevitabilmente, vogliono riguardare le botteghe per poter comprare souvenir e gli ultimi addobbi ma con le nuove regole, che ricordiamo esserci solo nel fine settimana, non è possibile. 

È stato così anche oggi, un fiume di gente, migliaia di persone che entravano e uscivano dalle botteghe dei maestri pastorai a caccia della novità, della statuina del momento, del ricordo da portare al parente lontano o dell'emozione da tenere nel cuore per tutta la vita. Tanti sono andati però solamente in avanscoperta, in pratica soltanto a guardare, almeno a sentire quel che dice la maggior parte dei commercianti del posto.

Tra pastori, luci e presepi, nei vicoli antichi della città si è camminato appena, uno attaccato all’altro, e non poche sono state le attese per entrare in qualche bottega o nelle vicine pizzerie.

Ricordiamo, nell'ordinanza viene stabilito il senso unico pedonale in via San Gregorio Armeno - dall'intersezione con via San Biagio dei Librai/vico Figurari, in direzione Piazza San Gaetano per i giorni e gli orari di seguito indicati:
- sabato 4 e domenica 5 dicembre 2021, dalle ore 09:00 alle ore 21:00;
- martedì 7 e mercoledì 8 dicembre 2021, dalle ore 09:00 alle ore 21:00;
- venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 dicembre 2021, dalle ore 09:00 alle ore 21:00;
- da sabato 18 a giovedì 23 dicembre 2021, dalle ore 09:00 alle ore 21:00;
- venerdì 24 dicembre 2021, dalle ore 09:00 alle ore 15:00

Dunque, caos del dispositivo, folla per visitare le botteghe degli artigiani più noti e chi più ne ha ne metta. Purtroppo, la pandemia non è finita e la curva del contagio a Napoli è alta ma ciò nonostante, le persone provano ad avere una vita normale.

Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre, 16:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA