Sanità, la rivolta dei sindaci di Capri contro De Luca: «Qui si muore»

di Annamaria Boniello

Divampano le polemiche a Capri dopo la conferenza stampa sullo stato della sanità in Campania che si è tenuta a Napoli: il presidente De Luca ha commentato il trasferimento con un elicottero dell'aereonautica militare al Cardarelli di Napoli di un caprese in pericolo di vita dichiarando: «Non è successo niente. E' stato risolto un problema». Le parole del presidente De Luca hanno provocato pesanti reazioni tanto che la moglie del paziente Tiziana Semonella ha scritto una lettera aperta a De Luca, dicendo: «Mi rammarico molto al sentire le parole con le quali ha minimizzato e prontamente liquidato quanto accaduto all'ospedale di Capri. Si è risolto ma certamente non grazie a lei ed alla sua amministrazione; si è risolto solo per l'impegno di semplici persone che si sono fatte in quattro per ottemperare al loro giuramento, persone che lavorano in situazione di continua precarietà ed emergenza, che sono sottoposte a continue pressioni da noi cittadini che non riusciamo a capire come sulla nostra decantata isola ci sia un ospedale neanche da terzo mondo».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 12 Dicembre 2018, 10:34 - Ultimo aggiornamento: 12-12-2018 10:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-12-12 11:41:53
Capri

QUICKMAP