Napoli, scontro nell'area cantiere del corso Vittorio Emanuele: grave motociclista

Martedì 30 Giugno 2020 di Melina Chiapparino
Un 30enne napoletano è in prognosi riservata all’ospedale Cardarelli in seguito a un incidente stradale avvenuto questa mattina, su corso Vittorio Emanuele. Lo scontro tra l’uomo, a bordo di una moto Benelli e un’auto Hyundai, condotta da una 28enne, è avvenuto lungo il tratto stradale che recentemente è stato sottoposto ai lavori di restyling del pavimento della carreggiata e per i quali, l’arteria viaria, è impiegata con sensi alternati e semafori che disciplinano il traffico. Il motociclista, infatti, stava procedendo lungo il corso legittimamente dopo aver atteso il semaforo verde, quando si è scontrato con l’auto all’altezza di piazzetta San Sepolcro, poco distante dall’ingresso dell’Università Suor Orsola Benincasa.

Molto probabilmente la giovane, residente nel quartiere Fuorigrotta, stava effettuando delle manovre per parcheggiare ma la dinamica esatta dell’impatto con la moto è al vaglio della sezione Infortunistica Stradale della Polizia Municipale di Napoli. Gli agenti coordinati dal comandante Antonio Muriano, hanno sequestrato entrambi i veicoli e, come da prassi, hanno sottoposto entrambi i conducenti agli esami tossicologici. Durante il sopralluogo dei poliziotti municipali che hanno effettuato i rilievi planimetrici sul posto, sono state controllate le telecamere della zona e raccolte alcune testimonianze.

Un altro grave incidente che ha coinvolto e ferito gravemente un centauro, è avvenuto domenica sera in Via Decio Mure, poco distante dal Lotto O a Ponticelli dove un’auto Citroen si è scontrata con uno scooter Honda Sh. A bordo del motorino viaggiavano due fratelli, un 57enne che conduceva il mezzo ed un 47enne, passeggero, che è rimasto gravemente ferito ed è ricoverato in prognosi riservata all’Ospedale del Mare dove rischia l’amputazione di un piede.

Anche in questo caso, i poliziotti municipali dell’Infortunistica Stradale comandata da Muriano, hanno richiesto gli esami tossicologici e sequestrato i veicoli, riscontrando che lo scooter non aveva l’assicurazione e il conducente di quest’ultimo, non aveva la patente.  © RIPRODUZIONE RISERVATA