Screening contro il tumore al seno,
nuovo mammografo a Pozzuoli

Martedì 23 Novembre 2021
Screening contro il tumore al seno, nuovo mammografo a Pozzuoli

Un mammografo di ultima generazione con la campagna “Screening routine, la prevenzione come rituale” vuole sostenere la ripresa delle attività di prevenzione del tumore al seno, che hanno subito una pesante battuta d’arresto durante la pandemia. Il macchinario è stato donato all'Asl Napoli 2 Nord da Fucina Sanità grazie alla collaborazione tra Roche Italia e Fujifilm Italia. 

Le indagini condotte dall’Osservatorio nazionale screening evidenziano dati allarmanti: nei primi 5 mesi del 2020,si è assistito a un calo degli accertamenti mammografici pari al 53,6 per cento rispetto al 2019, con una riduzione del 37,6 per cento, considerando l’intero 2020. Il ritardo accumulato è di 2,8 mesi, e sale a 4,5 mesi considerando l’intero 2020. Secondo uno studio pubblicato su Lancet su dati relativi alla popolazione nel Regno Unito, questo trend negativo potrebbe tradursi in un aumento della mortalità a 5 anni per tumore al seno tra l’8 e il 9 per cento.

Video

 

Secondo il Rapporto Aiom-Airtum,  si registrano ogni anno 4050 nuovi casi di tumore al seno in Campania. Meno 121.109 donne (fascia 50-69 anni), il 44,3 per cento, chiamate ad effettuare la mammografia nel 2020 rispetto al 2019, per un totale di  meno 40.763 (il 56,1 per cento) di quelle esaminate. Con un ritardo accumulato di 7 mesi.

Decisivo anche l’aggiornamento tecnologico e digitale dei macchinari, un’area chiave individuata anche nell’ambito del Pnrr: il recente rapporto Monitor 45 curato da Agenas mette in evidenza lo stato di obsolescenza di molte apparecchiature sanitarie in dotazione delle strutture sanitarie e, tra queste, rientrano anche i mammografi, di cui ben il 27 per cento risulta avere tra i 6 e i 10 anni, a cui si somma un ulteriore 22 per cento in uso da oltre 10 anni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento