Scuola, l'assessore della Regione:
«Il 97% del personale vaccinato»

Lunedì 13 Settembre 2021
Scuola, l'assessore della Regione: «Il 97% del personale vaccinato»

«Abbiamo lavorato con successo sulle criticità come la vaccinazione per tutto il personale scolastico, dai custodi agli addetti alle mense, siamo pronti per la partenza di mercoledì, ma anche sui progetti a lunga scadenza, lanciando a breve il nuovo bando triennale per l'edilizia scolastica da 600 milioni di euro». Così Lucia Fortini, assessore regionale all'istruzione in Campania illustra l'avvicinamento al via della scuola in presenza, previsto ufficialmente per mercoledì.

Fortini è in contatto con molti istituti e spiega che «le scuole si avvicinano con tranquillità all'apertura, alcune già oggi con l'autonomia e non ho notizie di particolari criticità. La piattaforma sul personale vaccinato è partita e conferma la grande adesione, su cui ringrazio anche la forte collaborazione con i sindacati. Il 97% dei docenti è vaccinato e il resto sono persone che non possono farlo, soprattutto. Molti presidi mi dicono che hanno il 100% di vaccinati. Una criticità era sui docenti che dopo la prima dose avevano preso il covid a inizio anno, un nodo quasi esclusivamente campano e parliamo di qualche migliaio di soggetti: abbiamo posto la richiesta al ministero e da oggi anche loro possono fare la seconda dose e la faranno in questi giorni, parliamo soprattutto di segnalazioni della città di Napoli».

Video

Tra i problemi da risolvere per molte scuole restano gli spazi: «Ci sono scuole - conferma Fortini - con problemi strutturali su cui interverremo. A breve pubblichiamo il nuovo bando triennale per l'edilizia scolastica, aspettavamo i criteri dal ministero dell'istruzione che ci sono arrivati. Investiamo in un quinquiennio qualcosa come 600 milioni, so che non sono mai abbastanza ma partiamo. E poi ci sono ancora interventi del piano 2015-18 non ancora conclusi per ricorsi e problemi burocratici».

L'assessore sottolinea che «il green pass ora è obbligatorio per chiunque entri fisicamente a scuola - spiega - anche il custode che dipende dall'ente locale, lo abbiamo sottolineato noi in commissione istruzione ed è stato inserito. Anche i genitori se vogliono entrare si facessero vaccino o tampone: ho letto di associazioni che parlano di discriminazioni, ricordo che bimbi e ragazzi hanno pagato un prezzo alto l'anno scorso in dad, ora tuteliamoli, invece di protestare si faccia un sacrificio per loro. Io sono fiduciosa sulla scuola in presenza quest'anno, abbiamo vaccinato i parenti anziani ma teniamo delle precauzioni, ad esempio io sono per tenere sempre la mascherina obbligatoria al banco, non sono d'accordo su toglierla anche se tutti sono vaccinati in classe, vediamo come va almeno fino a dicembre. La dad? Non c'è ancora chiarezza nazionale ma se qualche alunno è in quarantena dovrebbe essere prevista visto che abbiamo gli strumenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA