Scuole nel mirino di ladri e bulli,
il sindaco: «Ricostruiremo tutto»

Lunedì 22 Febbraio 2021 di Patrizia Panico
SAN SEBASTIANO AL VESUVIO. Devastato campo sportivo al liceo, furto nella scuola media.

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO. Tutto è avvenuto durante lo scorso week end, a partire dal furto commesso nella sede della scuola media "Gaetano Silvemini", diretto dalla preside Maria Carmela Iozzia, dove Ignoti, dopo aver forzato una porta sul retro dell'istituto, si sono introdotti nella scuola media ed hanno portato via un videoproiettore e altre attrezzature della scuola compresi alcuni pc. 

Napoli Est, lavori per lo storico istituto Petriccione chiuso e vandalizzato

Ancora nel corso di questo fine settimana, anche il liceo scientifico "Salvatore Di Giacomo" è stato oggetto di atti vandalici. In particolare il campo sportivo e la tendostruttura, dove, ignoti hanno imbrattato le pareti interne con bombolette spray e danneggiato diverse sedie, poi sparse all'esterno del campo sportivo. La tendostruttura del liceo da circa un anno, a causa dell'emergenza epidemiologica, viene utilizzata anche per la celebrazione della messa la domenica e nei giorni festivi. 

L'amara scoperta è avvenuta solo oggi alla riapertura dei due plessi scolastici, entrambi in viale Falconi, da parte del personale che ha avvisato le dirigenti e allertato le forze dell'ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione. Al vaglio dei militari alcuni filmati ripresi dal sistema di videosorveglianza del territorio comunale. 

Il sindaco, Salvatore Sannino, l’assessore alla Pubblica Istruzione, Assia Filosa e l’intera amministrazione Comunale esprimono il loro rammarico e rivolgono parole di solidarietà alle dirigenti dei due istituti di istruzione superiore di I e II grado del territorio, Maria Carmela Iozzia per la media ‘Gaetano Salvemini’ e Fabrizia Landolfi per il liceo ‘Salvatore Di Giacomo’. Unanime la condanna di tutta la compagine amministrativa: "Ricostruiremo quello che è stato distrutto e che, negli anni, era stato costruito con impegno, sacrificio e dedizione quotidiani dalle Dirigenze in collaborazione con l’ente comunale e metropolitano", ha ammonito il primo cittadino. Sull’accaduto si è espressa anche la delegata comunale alla scuola, Filosa: «L’amarezza è tanta per me, che sono legata a doppio filo a quelle che sono state anche le  'mie'  scuole», ha espresso l'assessore.

«Continueremo nel nostro lavoro sinergico con le dirigenze - ha proseguito - che, in questi anni, ci ha permesso di ampliare la nostra  platea  scolastica, che riesce a coprire tutti i gradi d’istruzione. Dalla Direzione Didattica retta dalla professoressa Maria D’Agostino coi quattro plessi dell’infanzia e della primaria, passando per la secondaria di I grado fino al polo liceale  ‘Di   Giacomo’».  

Ad oggi la scuola, che negli ultimi anni ha ampliato notevolmente la sua offerta formativa e comprende anche la sede distaccata del liceo di Volla, vanta cinque indirizzi di studio e registra un trend positivo in termini di richieste d’ iscrizione, continuando ad attrarre un cospicuo numero di studenti anche dai Comuni limitrofi.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA