Scuole chiuse, delirio social a Napoli: sul web è pioggia di reazioni

Martedì 12 Novembre 2019 di Delia Paciello

È diventato un caso ormai: la paura delle scuole chiuse a Napoli è una vera e propria fobia. L’allerta meteo preoccupa le mamme e i papà napoletani, in molti affrontano con ironia il disagio di non saper a chi lasciare i figli nelle piovose e grigie mattine in città… e a volte anche in quelle piene di sole. Ebbene sì, perché non sempre le previsioni meteo ci azzeccano: «Dalle nostre parti c’era un clima mite, eppure siamo la città con più allerta meteo ultimamente»; «Ma anche se non si muove una foglia e fa a stento due schizzi qui abbiamo l’allerta meteo», «D’inverno gli scolari napoletani perderanno parecchie lezioni che sarà difficile recuperare», sono le considerazioni di molti cittadini sul web. Ma in questi casi nessuno ha la palla di vetro, e la linea di de Magistris è di prevenire il peggio basandosi su quanto comunicano gli esperti nel settore meteorologico. L’ordinanza comunale però ogni volta genera panico in città: «Se il sindaco chiude le scuole allora noi genitori dovremo avere dei permessi lavorativi».

LEGGI ANCHE Napoli nella morsa del maltempo, prorogata l'allerta meteo

Ma anche davanti alle difficoltà il sorriso a Napoli è d’obbligo. E così sui social se ne leggono di tutti i colori: «Non è che il sindaco prende le percentuali sulle babysitter? Non c’è altra spiegazione»; «Il filone è ormai stato soppiantato dall’allerta meteo»; «Si dice che Luigi abbia una storia con una preside: ora si spiega…»; «Le mamme sarebbero capaci di preparare tuta da sub, maschere e pinne pur di mandare i bambini a scuola».

LEGGI ANCHE Albero cade e travolge bus Ctp a Pozzuoli, l'autista in ospedale

La questione però è seria e riguarda numerose famiglie: «È tutto ridicolo. Nessuna mamma metterebbe a rischio i propri figli, ma forse se c’è tanta preoccupazione per un temporale l’unica cosa da fare è mettere in sicurezza le suole»; «Ci vuole manutenzione nelle strutture pubbliche, non è possibile che un po’ di pioggia blocchi la città»; «La cosa strana è che chiudono le scuole e la mattina abbiamo i bambini a casa, poi la sera al San Paolo la partita si gioca tranquillamente»; «È diventata una barzelletta sta storia: al Nord dove piove sempre i bambini non vanno mai a scuola?»; «Come affronteremo l’inverno in città? Avremo dei figli ignoranti»; «Giggì, invece di aprire i porti arap’ e scuole, oì!», sono gli sfoghi di tanti genitori per le piazze virtuali.

LEGGI ANCHE Meteo, settimana nera: giorni di piogge intense su tutta Italia

Forse però è davvero arrivato il momento di prendere dei provvedimenti per tante strutture napoletane: l’allerta meteo e le scuole chiuse pare siano diventate ormai un’urgenza per i cittadini che vanno incontro alla stagione invernale. Chiudere gli impianti scolastici crea dei grossi disagi alla maggior parte delle famiglie che hanno bisogno delle entrate di entrambi i genitori per sostenere le spese mensili. E non tutti possono permettersi babysitter, mentre altri si preoccupano seriamente dell’istruzione scolastica dei ragazzi con tante assenze e una programmazione da portare avanti. La cosa migliore per molti, anzi l’unica, pare sia intervenire urgentemente per mettere in sicurezza le scuole. «Va bene la cautela in queste situazioni, ma la soluzione non può essere chiudere così spesso le scuole. Bisogna agire e metterci al pari di tutte le altre città d’Italia e d’Europa dove le condizioni meteo sono anche peggiori delle nostre», è la protesta dei cittadini.         

Ultimo aggiornamento: 18:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA