Condanna all'ergastolo per l'omicidio del papà della giornalista Mary Liguori

Martedì 14 Ottobre 2014 di Viviana Lanza
Vincenzo Liguori
Condanna all’ergastolo per Vincenzo Troia, ras emergente di San Giorgio a Cremano accusato di essere il mandante dell’agguato che doveva servire a vendicare una denuncia per estorsione e conquistare consenso criminale in una zona della città ma che il 13 gennaio 2011 ebbe un tragico epilogo, con la morte, per un errore dei killer, di Vincenzo Liguori, vittima innocente della camorra, meccanico e padre della cronista de il Mattino Mary, assassinato davanti alla sua officine.



La sentenza è stata emessa dai giudici della terza sezione della Corte d’assise e accoglie la tesi della Procura. Condanna a dodici anni di reclusione per Giovanni Gallo, specchietista poi passato a collaborare con la giustizia. Ergastolo anche per Giuseppe e Andrea Attanasio, a processo per l’omicidio di Agostino Ascione avvenuto il 10 gennaio 2009. Ultimo aggiornamento: 16:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA