Sentenza giudice Russo, ​la foto era sbagliata

Martedì 15 Settembre 2020
Sulla prima edizione del Mattino di ieri 15 settembre 2020 è stata pubblicata a pagina 8 una foto, già in rete sul circuito giornaliero delle agenzie di stampa, che raffigura una persona assolutamente estranea all’articolo relativo alla condanna del giudice Nicola Russo, del Consiglio di Stato. Si è trattato di un caso di omonimia con altro magistrato, quello raffigurato in fotografia, che non c’entra e nulla ha a che vedere con la vicenda descritta. Nel corso della notte, non appena ce ne siamo resi conto, abbiamo sostituito la fotografia per l’edizione intermedia e quella definitiva del giornale in edicola, e per quella digitale, che risultano infatti corrette.
In tale senso anche la nota diffusa ieri dall’avvocato Nicola Cuomo che ribadisce l’assoluta estraneità del suo assistito, già componente del Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura ed ora magistrato penale alla corte d’appello di Napoli, alla vicenda, avendo in comune col collega giudice amministrativo soltanto il nome e cognome. © RIPRODUZIONE RISERVATA