Napoli. «Si,Amo Bellini»: un progetto per rilanciare la piazza cuore della movida

Al centro Fracesco Abbamonte, presidente di Riscatto urbano e tra i promotori del progetto
ARTICOLI CORRELATI
di Danilo Capone

Senza ombra di dubbio è tra le protagoniste delle notti partenopee. Piazza Bellini è il simbolo sbiadito dell’aggregazione più bella, un luogo unico, come testimoniano gli abituali fruitori, eppure sconquassato dal degrado imperante. Si parla di “disordine urbano”, al quale dei giovani provano a porre rimedio. Sono i ragazzi di Riscatto Urbano, un’associazione nata a Napoli un anno e mezzo fa, una comunità di pianificatori territoriali, il cui desiderio è quello di creare “un luogo dove coltivare e condividere la visione di nuovi scenari possibili per la città metropolitana di Napoli”. “Si,AmoBellini – Basta una virgola” è il loro personale contributo per il rilancio della piazza.

“Stiamo parlando di un progetto d’innovazione sociale. Attraverso il gioco vorremmo sperimentare, sensibilizzando le persone a comportamenti virtuosi. Il primo tra questi sarebbe proprio il riciclo dei rifiuti, un importante punto di partenza per poi orientarci verso nuovi orizzonti”. La soluzione sarebbe riposta nell’istallazione di eco-compattatori dotati di un sistema smart. Sarà necessaria la registrazione all’applicazione legata al progetto, che fornirà un codice personale all’utente. Conseguentemente ad ogni bottiglia gettata nell’eco-compattatore, sarà consegnata una moneta virtuale all’utente registrato all’applicazione. Il fruitore riciclando avrà la possibilità di accedere ai giochi presenti sull’app. E, a cadenza settimanale, il miglior giocatore avrà diritto ad un “eco-bonus” spendibile presso gli esercizi commerciali convenzionati con il circuito virtuale. Nelle intenzioni dell’associazione ci sarà l’indizione del contest “Bellino del mese”, attraverso il quale l’utente registrato, che avrà riciclato più bottiglie, sarà premiato con altrettanti bonus.

“Da Si,Amo Bellini, intendiamo indirizzare il nostro percorso verso Condominio Bellini, la concretizzazione della comunità da noi ricercata, fortificatasi attraverso la nuova immagine della piazza. Attraverso la piattaforma on-line legata al progetto, ipotizziamo che gli utenti e i fruitori possano scambiarsi anche competenze, con un’idea di base legata al concetto della sharing economy, volte alla promozione delle relazioni tra i cittadini e al rafforzamento dell’immagine culturale e sociale della piazza. Le attività commerciali potranno fare rete e presentare i propri eventi. Ci saranno poi spazi dedicati alla storia e alla cultura. Il prodotto finale sarà un distretto urbano-commerciale con nuove tipologie territoriali di marketing”. Riscatto urbano partecipa al concorso indetto da Aviva Community Fund, al fine di ottenere di ottenere un finanziamento di circa 10 mila euro per la realizzazione del progetto e lo sviluppo dell’applicazione. Conclude Abbamonte: “Proponiamo un nuovo modello. Non parliamo di smart city, bensì di smart community. Cerchiamo di porre al centro le persone, andando al di là dell’apporto tecnologico. La tecnologia è soltanto uno strumento per migliorare la qualità dello spazio e la vita dei cittadini”.    
Domenica 13 Marzo 2016, 18:44 - Ultimo aggiornamento: 14 Marzo, 07:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2016-03-13 19:11:54
proprio stanotte un amico e' stato aggredito , malmenato e rapinato da quattro persone di colore che stazionano abitualmente ai margini della piazza.........e lo stato che fa' ???

QUICKMAP