Sicurezza, Renzi incontra i parroci della Sanità: «Non sarete soli, presto i fondi per aprire le scuole di pomeriggio»

Sicurezza, Renzi incontra i parroci della Sanità: «Non sarete soli, presto i fondi per aprire le scuole di pomeriggio»
di Giuseppe Crimaldi
Domenica 24 Aprile 2016, 13:35 - Ultimo agg. 14:54
2 Minuti di Lettura
NAPOLI - È durato trenta minuti l'incontro in prefettura tra il premier Renzi ed i parroci di Un Popolo in camminio Angelo Berselli e Antonio Loffredo con il governatore de Luca e il prefetto Pantalone. Presente anche Antonio Cesarano, il papà di Genny, il giovane ucciso nei mesi scorsi alla Sanità. «Non verrete lasciati soli» ha detto il premier che ha assicurato anche che a breve il governo stanzierà dei fondi per l'apertura pomeridiana di una decina di scuole nei quartieri più a rischio di Napoli. Renzi si è poi informato anche sulla situazione della videosorveglianza, assicurando che le procedure per l'attivazione delle telecamere saranno velocizzate.
 


È stato un incontro, ha spiegato don Angelo Berselli, «che mi ha impressionato positivamente, sia quantitativamente che qualitativamente. È stato soddisfacente, mi ha colpito l'atteggiamento del premier. Poi, se mi ha fatto fesso, lo scopriremo nel tempo», ha scherzato con i cronisti. La delegazione ha chiesto al premier e al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, presente all'incontro, un impegno per maggiore attenzione nei quartieri «a rischio», con l'installazione di telecamere, l'apertura delle scuole anche nel pomeriggio e «la riattivazione del Teatro Trianon e altre realtà presidi di socialità e cultura presenti sul territorio». Con De Luca ci sarà un ulteriore incontro a breve scadenza, ha fatto sapere don Angelo Berselli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA