Spaccio davanti alla chiesa, cinque arresti tra Marano e Calvizzano

Giovedì 13 Maggio 2021 di Ferdinando Bocchetti
Spaccio davanti alla chiesa, cinque arresti tra Marano e Calvizzano

La piazza di spaccio di droga a pochi metri dalla chiesa San Ludovico d'Angiò (nella foto) e un'altra all'interno di un'enoteca. I carabinieri della compagnia di Marano, nell'ambito di un'indagine coordinata dai magistrati della Dda di Napoli, hanno chiuso due piazze di spaccio e arrestato cinque persone, quattro delle quali condotte in carcere. Uno degli indagati, ritenuti contigui ai clan del territorio, è invece ai domiciliari. L’indagine ha permesso di ricostruire un’organizzazione criminale deputata allo spaccio di sostanze stupefacenti, operante a Marano e Calvizzano.

Il “business” della droga veniva realizzato seguendo prevalentemente due canali: il primo fondato su una vendita statica dello stupefacente; il secondo, invece, basato su un canale dinamico. La vendita “statica” avveniva all’interno di 2 “piazze di spaccio” esistenti a Marano di Napoli di fronte la Chiesa di San Ludovico D’Angiò e in un’enoteca gestita da uno degli arrestati, luoghi di ritrovo frequentati per lo più da giovani. Lo spaccio avveniva anche grazie all’aiuto di alcuni fiancheggiatori, che avevano il compito di avvisare i pusher in caso di controlli da parte dei carabinieri. La vendita dinamica, invece, avveniva mediante appuntamenti concordati a mezzo telefono tra spacciatore e acquirente.

Ecco i nomi delle persone raggiunte dall'ordinanza di custodia cautelare:
Luigi De Mitri, Alessandro Nacarlo, Capparelli Emanuele, Cagnazzo Matteo e Amato Massimo.
 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 09:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA