Spiagge libere a Napoli, tornano gli abusivi: controlli a raffica e boom di multe

Lunedì 29 Giugno 2020 di Valerio Esca

Assalto alle spiagge. Il caldo torrido dell'ultima domenica di giugno ha spinto in spiaggia famiglie, amici e giovani coppie. Da Posillipo al lungomare, fino alla costa di Coroglio. Lidi, locali serali trasformati in solarium, spiagge libere. A Napoli è stata una domenica da tutto esaurito. Caos si è registrato a Posillipo, dalle parti di Parco Carelli con auto e scooter parcheggiate quasi fin dentro alle abitazioni. È stata una domenica di controlli per la polizia Municipale, che ha sorvegliato la zona di Marechiaro: sono fioccati sequestri e verbali.
 

 

Passata la prova degli assembramenti selvaggi: i lidi posillipini sono ben organizzati, così come i solarium della zona di Coroglio. Gli ingressi sono contingentanti, su prenotazione e con misurazione della febbre obbligatoria. Qualche capannello sulle spiagge libere, basti pensare a Mappatella Beach, ma con le presenze soprattutto di famiglie. I classici ammassamenti senza regole non si sono visti. Dalle spiagge libere arrivano segnalazioni di abusivi e pagamenti non dovuti. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli che fa sapere: «Non immaginavamo che si potesse approfittare a tal punto delle spiagge libere».

«Ci arrivano notizie incredibili: a Giugliano alcuni cialtroni - tuona Borrelli - si sono appropriati di un pezzo di spiaggia facendo pagare un tassa speciale agli stranieri che abitano in zona; a Serrara Fontana il proprietario di un lido aveva deciso di apporre delle strutture abusive sulla spiaggia, ma è stato prontamente sanzionato dalla Guardia Costiera; a Seiano invece una cittadina si è vista negare la spiaggia, perché, ha dichiarato, che i gestori del lido hanno riservato i lettini per i non residenti; a Cetara, infine, una famiglia di Nocera, dopo aver regolarmente prenotato un posto alla spiaggia libera e aver pagato 15 euro di parcheggio, gli è stato detto che non c'era più posto, senza possibilità di risarcimento».
 

 

Domenica di controlli per i vigili urbani. Nella zona dei lidi di Posillipo-Marechiaro l'Unità operativa dei caschi bianchi dei motociclisti è intervenuta durante tutta la mattinata: cinque veicoli sono stati sequestrati e 82 sono stati i verbali elevati per sosta vietata. Si è registrato nei pressi di Palazzo Donn'Anna anche un caso di due ragazze minorenni, di 16 e 17 anni, della zona di Capodimonte e Vasto, fermate su un ciclomotore, senza casco e senza patente e senza assicurazione. Contattati i genitori, che erano a Sperlonga e non sono voluti rientrare per l'affidamento dei minori, gli agenti hanno provveduto ad affidare le ragazzine ai nonni. «A Donn'Anna, Marechiaro e al Parco Carelli auto e scooter parcheggiate fin dentro le abitazioni, la discesa di Giuseppone sommersa dai rifiuti evidenzia ancora il consigliere regionale Borrelli - Situazione insostenibile, gli incivili prendono il sopravvento». 

Ultimo aggiornamento: 12:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento