Maltempo a Napoli: sprofonda la strada nel quartiere Arenella, 19 persone sgomberate

Martedì 19 Novembre 2019 di Antonio Folle
La frana di vico Molo alle Due Porte

Il maltempo che sta flagellando il paese continua a sgretolare la città. Poco dopo le 15 a vico Molo alle Due Porte, nel centro storico del quartiere Arenella, un grosso pezzo di strada è letteralmente crollato, trascinandosi dietro una porzione di fognatura e lasciando scoperta una spaventosa voragine. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile, i tecnici di Abc, il presidente della V Municipalità Paolo de Luca e l'assessore alla Protezione Civile Rosaria Galiero seguita dal presidente della Commissione Ambiente Marco Gaudini. Disposto lo sgombero di 19 abitanti dello stabile che affaccia direttamente sul punto dove la strada, per ragioni ancora da indagare, ha franato. 
 

 

Tutti gli sgomberati hanno trovato ospitalità presso amici e parenti ma, come ha assicurato l'assessore Galiero, la macchina comunale si è mossa in tempo per trovare una sistemazione provvisoria ai cittadini che hanno dovuto lasciare le loro abitazioni. «I tecnici di Abc sono già al lavoro, stiamo effettuando tutte le verifiche del caso - ha spiegato - e insieme alla Municipalità come prima cosa abbiamo contattato le famiglie sgomberate per cercare una sistemazione alternativa. Al momento le persone si sono organizzate in forma autonoma. La giornata di domani - ha proseguito l'assessore Galiero - ci darà la possibilità di poter avere una situazione più chiara anche per quanto riguarda i tempi di rientro in casa dei cittadini. I nostri territori sono fragili e i tagli che ci sono stati negli ultimi anni sugli enti locali non ci hanno dato la possibilità di organizzarci sul fronte del cambiamento climatico che è in pieno atto. Ci auguriamo che il Governo metta al centro della sua agenda - ha continuato ancora Rosaria Galiero - le strategie da adottare per aiutare gli enti locali alle prese con così ampie difficoltà». 

LEGGI ANCHE Napoli Est, l'asfalto si sbriciola: voragine e traffico in tilt in via delle Repubbliche Marinare

La particolare conformazione di questa zona del quartiere Arenella - una strada a forte pendenza, elevata altitudine e con numerosi strapiombi - ha probabilmente contribuito ad accentuare il cedimento della strada che, lo dimostrano i numerosi video e le ancora più numerose foto diffuse dai cittadini sul web, aumenta di ora in ora. Per le prossime ore è prevista ancora pioggia e il rischio concreto è che si dovrà procedere ad ulteriori sgomberi su altre palazzine adiacenti. I tecnici stanno lavorando nonostante le numerose difficoltà legate al maltempo e alla particolare conformazione della strada, per ripristinare una via di fuga ed un percorso veicolare e pedonale alternativo. Circa trenta famiglie, infatti, risulterebbero al momento completamente tagliate fuori dalla viabilità ordinaria.

LEGGI ANCHE Napoli, nuova voragine al Vomero: «Città groviera, il pericolo è continuo»

«Il problema è serio - ha commentato il vicepresidente della V Municipalità Antonio Iozzi - al di la di quelle che possono essere manifestazioni evidenti della voragine, sarà difficile seguire le attività di riempimento e di ripristino vista la difficile accessibilità dei luoghi. Per poter lavorare in sicurezza è necessario creare un passaggio in una proprietà privata e già questo sta creando non pochi problemi e conflitti dal punto di vista organizzativo. Si sta predisponendo il necessario - prosegue il numero due del parlamentino del Vomero - per poter ripristinare da domani almeno il transito pedonale e consentire alle persone di poter rientrare in casa in sicurezza, che è il primo obbiettivo che ci siamo posti per la giornata di domani».

LEGGI ANCHE Maltempo a Napoli, voragine ai Ponti Rossi. La rabbia degli sfollati: «Vogliamo tempi certi»

I residenti del quartiere stanno seguendo passo passo l'evoluzione della situazione. Intorno alle 19.00 è scattata anche una mini protesta - poi subito rientrata - di alcuni cittadini che chiedevano il ripristino della corrente. La fornitura di energia elettrica, come assicurato dai tecnici, è stata temporaneamente interrotta per consentire i necessari rilievi in condizioni di sicurezza. Salve, almeno per il momento, le condutture idriche. 

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 08:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA