Stabiae: inaugurato il Museo Archeologico
nella Reggia Quisisana di Castellammare

Giovedì 24 Settembre 2020 di Fiorangela d'Amora

“Offriamo uno scrigno prezioso”, così Gaetano Cimmino sindaco di Castellammare presenta il Museo Archeologico Libero D’Orsi sorto all’interno della Reggia di Quisisana. L’ex palazzo reale è stato donato in convenzione dall’amministrazione stabiese alla Soprintendenza di Pompei che utilizzerà gli spazi per esposizioni permanenti, la realizzazione di un polo di formazione e dove collocherà gli oltre 8mila reperti venuti alla luce dagli scavi realizzati dagli anni 50 in poi. Le ville romane del pianoro di Varano a Castellammare, riportate alla luce dal preside Libero D’Orsi, fondatore del Comitato per gli Scavi di Stabiae, sono il cuore di un museo che si avvale anche di reperti arrivati dalla Necropoli di Santa Maria delle Grazie e Villa di Carmiano a Gragnano.

LEGGI ANCHE Pompei: percorsi serali a 1 euro per le Giornate europee del Patrimonio

“Abbiamo sbrogliato la matassa – ha affermato Massimo Osanna – con tenacia assieme al sindaco siamo riusciti finalmente ad aprire questo luogo storico riportando dignità ad un palazzo ricordato da Boccaccio nel Decamerone. Un luogo di delizie che sarà fruibile anche il lunedì, giorno di chiusura degli Scavi di Pompei e utilizzando anche un biglietto integrato che stiamo predisponendo”. La cittadinanza onoraria annunciata per Osanna da Cimmino, è stato il sugello di una partnership vincente che ha realizzato un sogno atteso da decine di anni. Le sale del Museo si aprono con un video realizzato dal Mav di Ercolano, diretto da Luigi Vicinanza, che presenta la vita di Libero D’Orsi raccontata dall’attore stabiese Gianfelice Imparato. Soddisfatto anche il Ministro per i Beni Culturali  Dario Franceschini che ha mandato un messaggio ai presenti: "un altro importante museo si pare sul territorio campano, oggi la vera sfida da vincere è quella fuori all'esterno degli Scavi e l'apertura del museo Libero D'orsi va in questa direzione"
 

 

Il museo sarà aperto in inverno dalle 9 alle 17, in estate fino alle 19,00. Il biglietto costa sei euro e il giorno di chiusura è il martedì.   
 
Video

Ultimo aggiornamento: 15:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA