Stabiae street art: vandalizzato il primo murales ma il sindaco: «Non ci fermiamo»

Sabato 7 Agosto 2021 di Titti Esposito
Stabiae street art: vandalizzato il primo murales ma il sindaco: «Non ci fermiamo»

Un atto vandalico ha distrutto il primo murales di Stabiae street art. Il mare negato disegnato su un telo a via De Gasperi non è vissuto a lungo.

Qualcuno ha deciso di distruggerlo, lasciando brandelli di arte penzoloni dalla parete. 

Il progetto presentato pochi giorni fa a Marina di Stabia, con la direzione artistica di Nello Petrucci, punta a vivacizzare e raccontare l'arte contemporanea per le strade di centro antico e periferia. 

Un esperimento sociale e culturale che però, dopo la violenza dei teppisti non ferma il Comune. Come dice il sindaco Gaetano Cimmino.

«Sono senza parole, per un'opera d'arte distrutta, ma non ci arrendiamo. Andiamo avanti e si indaga sull'azione violenta, con la polizia municipale. La cultura vincerà sul degrado e questa città merita di vivere in un luogo migliore». 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA