Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Stellantis Pomigliano, continua il presidio degli addetti alle pulizie

Martedì 12 Aprile 2022
Stellantis Pomigliano, continua il presidio degli addetti alle pulizie

Nuova giornata di sciopero per i sette lavoratori di una ditta di pulizie dello stabilimento Pcma di via De Roberto a Napoli, preoccupati per la mancanza di un futuro occupazionale dopo la dismissione del sito industriale in programma entro il prossimo giugno. I lavoratori, che ieri hanno creato disagi ai varchi per lo scalo merci dello stabilimento Stellantis a Pomigliano, oggi sono in presidio davanti alla fabbrica di via De Roberto.

I sindacati di categoria, intanto, chiedono un incontro con Prefetto di Napoli e Regione Campania per favorire il «prosieguo dei servizi di pulizia presso lo stabilimento Stellantis di Pomigliano D'Arco, a salvaguardia del futuro occupazionale e salariale delle maestranze storiche». Stabilimento, quello Stellantis di Pomigliano, dove saranno assorbiti i circa 270 lavoratori della Pcma di via De Roberto.

«Siamo fortemente preoccupati per il futuro e il proseguimento dell'appalto degli addetti delle pulizie della Pcma di Napoli - spiegano i segretari territoriali di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uil Trasporti - ritenendo assurdo e inconcepibile come la quarta industria automobilistica a livello mondiale come Stellantis, non trovi una soluzione per sette lavoratori capifamiglia e monoreddito. Prosegue quindi lo stato di agitazione di tutte le maestranze storiche e proclamiamo anche per oggi una giornata di sciopero, ribadendo la necessità di un incontro presso la Prefettura di Napoli e la Regione Campania unitamente con le Parti interessate affinché anche a questi lavoratori venga consentita la continuità lavorativa, con il prosieguo dell'appalto, trasferendoli presso le nuove aree dello stabilimento Stellantis di Pomigliano D'Arco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA