Napoli: street art e decoro, recuperata la piazzetta di San Giovanni a Teduccio

Mercoledì 30 Settembre 2020 di Alessandro Bottone

Gli spazi di via Bernardino Martirano cambiano volto. Grazie all'impegno di diverse realtà e dei residenti si sta immaginando e costruendo un destino diverso per un'area pubblica di San Giovanni a Teduccio, quartiere nell'area est di Napoli.

Dopo anni di mancato decoro finalmente ritornano i colori in quest'angolo di quartiere ora più accogliente per le numerose persone che lo vivono. Sono quelli dell'opera di street art realizzata da Fabio De Angelis (Hurto) e Francesco Tammaro (Zhole), entrambi artisti di San Giovanni. Sulla parete sono stati disegnati una sirena, il Vesuvio e il mare, elementi simbolici della città. Il murales - realizzato sulla facciata del Cultural Hub Art33, officina di esperienze e opportunità per i giovani di Napoli Est - ha ridonato colore alle pareti dell'ex scuola. Sono state ripulite le aiuole e ripristinati gli arredi della piazzetta e, inoltre, sono stati installati diversi elementi modulari in ferro e legno combinabili diversamente così da essere utilizzati per realizzare eventi all’aperto.
 

 

L'iniziativa di rigenerazione urbana, che ha visto come protagonisti diversi residenti, rientra nel progetto TU/TTO Testi Teatro Opere promosso dalle associazioni 'Gioco Immagine e Parole' e 'COLLA'. L'obiettivo è creare un luogo di legami dove piccoli e grandi possano sentirsi a proprio agio e star bene avendo a disposizione spazi per giocare, aiuole curate e un palco multifunzionale o semplicemente uno spazio per socializzare. Mettendo in relazione la comunità di San Giovanni a Teduccio con lo spazio urbano, dunque, è stata possibile una riconfigurazione della piazza attraverso lo strumento dell'arte: si è cercato di rispondere alle esigenze dei cittadini attraverso processi di co-progettazione, autocostruzione, laboratori e interventi artistici.

«Per noi il progetto TU/TTO ha rappresentato principalmente una occasione di connessione tra diverse competenze tecniche ed artistiche che ha permesso una contaminazione positiva proiettata soprattutto sugli spazi che sono il punto di partenza per poter generare positività tra le persone che li vivono» afferma Mariarosaria Teatro, presidente dell’associazione ‘Gioco Immagine e Parole’.

«Colla è un gruppo multidisciplinare che attiva strategie per la rinascita di spazi comuni tramite processi partecipativi inclusivi dal forte impatto sociale» dice Matteo Nativo. «Dopo l'esperienza di SGAT del 2016 ci siamo messi di nuovo in gioco in questo luogo e, nonostante le enormi difficoltà di questo anno di isolamenti e limitazioni, il gruppo di lavoro interdisciplinare ci ha dato modo di sperimentare la collaborazione a distanza, una visione più forte del valore dello spazio pubblico e riflessioni sulla co-progettazione per supportare lo stare insieme» spiega Nativo.

«TU/TTO è un progetto di ricerca-azione partecipata promosso da architetti e psicologi sociali di comunità» spiega Eleonora Giovene di Girasole, responsabile scientifico e ricercatore CNR IRISS. «L'obiettivo è stato trovare, insieme alla comunità, aree di interesse da diverse prospettive al fine di costruire un processo di rigenerazione urbana partecipata, condivisa e sostenibile, riconoscendo in un territorio il tessersi di ambiente fisico, rapporti culturali, psicosociali e politici di comunità» evidenzia la ricercatrice.

La “nuova” piazza sarà inaugurata sabato 3 ottobre. Alle ore 17 sono previsti i saluti del sindaco Luigi de Magistris e di altri amministratori locali. A seguire la presentazione del progetto con la partecipazione dei rappresentanti delle diverse realtà coinvolte. Alle 19 si svolge il dibattito pubblico sul tema «La piazza luogo di legami» con Fortuna Procentese, DSU Federico II, Nino Daniele, Associazione 'Scuola dei legami', Giuseppe Ferraro, Associazione 'Filosofia fuori le mura', Maria Cerreta, DIARC Federico II, Caterina Arcidiacono, DSU Federico II. Partecipano anche i bambini e le mamme protagonisti dei laboratori e Domenico Ciruzzi, fondazione Premio Napoli. Si chiude alle 21:30 con il concerto di “Alle volte band…ritornano” con Carmela Di Costanzo, Lello La Torre, Salvatore Russo, Paolo La Torre, Alfredo Venosa, Simone Picella.

TU/TTO è realizzato in collaborazione con l'istituto comprensivo 47° Sarria- Monti, Cultural Hub Art33, l'Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e i Dipartimenti di Studi Umanistici e di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, con il patrocinio del Comune di Napoli e della VI Municipalità. Il progetto, vincitore del bando «Creative Living Lab – II Edizione», è promosso e sostenuto dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA