Strisce blu e biglietti dell’Anm
per i napoletani arriva la stangata

Mercoledì 15 Marzo 2017 di Pierluigi Frattasi

Rincari di oltre il mille per cento, lotta senza quartiere all’evasione. Per salvare l’Anm dal baratro del crac, il Comune di Napoli batte cassa sulle strisce blu. Bisognerà incassare almeno un milione di euro in più nel 2017 per cercare di ripianare i conti disastrati della società dei trasporti. L’Anm, infatti, gestisce al momento 23.270 stalli di sosta a raso in tutta la città, compresi i car valet, e incassa 7,4 milioni di euro all’anno. Troppo poco. L’obiettivo è arrivare a 9,8 milioni in tre anni e non sono concesse deroghe. Per farlo, Palazzo San Giacomo prepara un giro di vite sulle tariffe per ottenere il bollino in qualità di residenti.
 


L’idea è portarle dai 10 euro all’anno attuali, valore tra i più bassi d’Italia, a 120 euro all’anno, ossia 10 euro al mese. Ma ci sarebbe la possibilità di un ragionamento sulla diversificazione delle tariffe per quartieri e per reddito, in base alle fasce Isee. Solo ipotesi al momento, che dovranno essere formalizzate nelle prossime ore. Il progetto è inserito all’interno del piano industriale della società che dovrebbe andare in giunta oggi pomeriggio. 

Continua a leggere sul Mattino Digital

Ultimo aggiornamento: 22:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA