Mano sulla spalla e conati di vomito: ecco tutto il video del caso Circum

di Leandro Del Gaudio

Sì, d’accordo, non c’è tensione drammatica in quei passi un po’ barcollanti e indecisi di quella ragazza. Sì, d’accordo, nessuna l’ha spinta con forza nell’ascensore dove consuma tre rapporti sessuali con tre ventenni, ma la scena è tutt’altro che pacifica, amichevole, tenera o affettuosa. Se il video estratto dall’impianto di sorveglianza della circum è un punto decisivo del processo, allora tanto vale raccontarlo nei minimi particolari, con sguardo neutro, scevro (si spera) da suggestioni e condizionamenti emotivi. 

Un video che il Mattino ricostruisce nel rispetto di quel che resta della privacy della 24enne di Portici che ha denunciato lo stupro, a partire dalla sua sequenza madre. Quella che ha spinto gli inquirenti a chiedere e ottenere gli arresti al gip Valeria Montesarchio e che ha invece convinto i giudici del Riesame a rimettere in libertà Sbrescia, Borrelli e Cozzolino, con tante scuse per il disturbo. Tutta l’attenzione è in quel sovrappasso della circum - acciaio, vetro e plexiglass - che quotidianamente restituisce al comune di San Giorgio a Cremano migliaia di passeggeri che fanno ritorno da Napoli. Sono da poco trascorse le cinque del pomeriggio, quando arriva il gruppetto. Ci sono la 24enne e i tre amici, che sbucano sul sovrappasso salendo le scale in metallo. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 16 Aprile 2019, 23:01 - Ultimo aggiornamento: 18 Aprile, 06:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP