Terra dei fuochi, Tuccillo (Anci):
«Bene arresti, ma prima le bonifiche»

Più arresti per chi incendia i rifiuti e l’azzeramento dei roghi tossici. Questi alcuni degli obiettivi che il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha fissato al termine della cabina di regia sulla Terra dei fuochi che si è tenuta in Prefettura a Napoli. Il presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo, componente della cabina di regia e presente al tavolo, gli ha sollecitato un intervento deciso e risolutore sul fronte delle bonifiche, ferme al palo, e soprattutto un’iniziativa per i cumuli che si sono stratificati nel tempo nelle aree urbane e che i Comuni, spesso, non hanno la forza e le risorse per rimuovere. «La cabina di regia – ha detto Tuccillo – è una grande occasione per concentrare gli interventi e renderli più efficaci. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ma su alcune tipologie di rifiuti la raccolta e lo smaltimento richiedono interventi sovracomunali. Ci sono poi discariche che si sono costituite nel tempo nelle aree urbane e che i Comuni non hanno risorse e personale per rimuovere. Su questo occorre mettere a punto un’iniziativa forte da parte del ministero dell’Ambiente». Un fronte, quello del deciso avvio delle bonifiche, su cui Anci Campania intende svolgere un’azione di stimolo e controllo costante. «Sia lo Stato – propone Tuccillo -- a intervenire direttamente per le cosiddette “discariche orfane” per le quali non è stato mai individuato il colpevole. Ci sono poi alcune tipologie di rifiuti, come quelli dei rifiuti combusti abbandonati su strade e aree private soggette ad uso pubblico, che hanno bisogno di una efficace gestione. I Comuni da soli non ce la possono fare, non hanno le risorse per affrontare questa emergenza né il personale: sarebbe utile, in una linea di collaborazione tra pubblico e privato, riconoscere, in modo diverso dal passato, il ruolo che può essere svolto dalle associazioni di volontariato ambientale, nazionale e regionale. Ma occorre fare presto – conclude Tuccillo - i ritardi marcati finora non sono più ammissibili. Le bonifiche devono costituire la vera priorità».
Venerdì 12 Ottobre 2018, 16:57 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2018 21:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP