Terra dei Fuochi, sequestrate
7 aziende tra Napoli e Caserta

Venerdì 4 Settembre 2020

Proseguono i controlli finalizzati al rispetto della normativa ambientale a piccole attività imprenditoriali nei comuni delle province di Napoli e Caserta, ricadenti nella cosiddetta Terra dei Fuochi. In strada, nell'ambito di un action day disposto dall'Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania, e coordinato dalla Prefettura di Napoli, con la Prefettura di Caserta e le questure delle due province, sono scesi 23 equipaggi dell'Esercito (Raggruppamento Campania), delle varie forze dell'ordine e delle Polizie locali; nei controlli sono stati coinvolti i comuni napoletani di Casamarciano, Nola, Saviano e Palma Campania e quelli casertani di di Capua e Santa Maria Capua Vetere.

LEGGI ANCHE Napoli, ai Quartieri Spagnoli ambulanza prigioniera nei vicoli a causa dei rifiuti abbandonati

All'esito dell'attività, sono state sequestrate sette aziende sulle 16 controllate, e sono state denunciate 15 persone per reati ambientali e utilizzo di manodopera in nero; sigilli sono stati apposti ad aree per quasi 3 chilometri quadrati dove erano stati accumulati illecitamente rifiuti. 

Ultimo aggiornamento: 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA