Testate contro l'autista del 118, ennesima violenza in corsia a Napoli

Martedì 11 Dicembre 2018 di Melina Chiapparino
Testate in faccia contro l’autista del 118 finito al pronto soccorso subito dopo aver terminato un intervento. È accaduto all’ospedale San Paolo dove l'equipe dell'ambulanza del presidio aveva terminato la rianimazione di una persona colpita da arresto cardiaco.

Il sanitario si è trovato  a tu per tu con un parente di una persona deceduta all’interno del codice rosso dell’ospedale ed è stato travolto dall'uomo che ha scagliato contro di lui, la sua rabbia. L'episodio è accaduto nel primo pomeriggio di oggi, poco prima delle 16, e si è concluso con l'arrivo della polizia nel nosocomio in via Terracina.

«Stavo entrando all'interno dell'area codice rosso per recuperare defibrillatore e ossigeno e assistere una donna che avevamo trasportato-ha raccontato la vittima all'associazione ‘Nessuno Tocchi Ippocrate’- il parente di una paziente deceduta mi ha aggredito urlandomi contro e colpendomi con una testata sull'arcata sopraccigliare».

Dopo l'aggressione l’autista del 118 è stato assistito al pronto soccorso del San Paolo e ha denunciato l'accaduto alla polizia specificando che pochi istanti prima della violenza l'aggressore ha urlato "che guardi a fare?" aggiungendo insulti. L'associazione ‘Nessuno Tocchi Ippocrate’ che rappresenta gli operatori sanitari del servizio di emergenza ha rendicontato questo come l’episodio numero 79 dall'inizio dell'anno. Ultimo aggiornamento: 20:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA