Torre Annunziata, arrestato l'ex vicesindaco Ammendola: tangenti per i lavori anti-Covid nelle scuole

Giovedì 3 Giugno 2021 di Dario Sautto
Torre Annunziata, arrestato l'ex vicesindaco Ammendola: tangenti per i lavori anti-Covid nelle scuole

Tangentopoli al Comune di Torre Annunziata: in manette l'ex vicesindaco Luigi Ammendola. I finanzieri del gruppo e della compagnia di Torre Annunziata hanno notificato questa mattina un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip su richiesta della Procura oplontina, nei confronti dell'ex vicesindaco, fedelissimo del consigliere regionale Mario Casillo.

Ammendola sarebbe coinvolto nella vicenda delle mazzette sulla spiaggia delle Sette Scogliere che ha visto l'arresto in flagranza, lo scorso dicembre, dell'allora capo dell'ufficio tecnico Nunzio Ariano, che aveva incassato la bustarella da 10mila euro per i lavori di messa in sicurezza alle norme anticovid delle scuole cittadine. Ulteriori dettagli saranno comunicati nelle prossime ore. 

Ariano è in carcere da oltre sei mesi, mentre ad Ammendola sono state revocate le deleghe dal sindaco Vincenzo Ascione subito dopo lo scoppio dello scandalo mazzette.  

Video

Maresciallo della guardia di finanza in servizio alla compagnia di Torre del Greco, Ammendola è accusato di induzione indebita, reato commesso nella sua veste di vicesindaco e assessore ai lavori pubblici del Comune di Torre Annunziata. Per questo motivo, il gip ha disposto per lui il trasferimento in carcere. 

Contestualmente, i finanzieri hanno notificato un divieto di contrattare con la pubblica amministrazione della durata di un anno nei confronti della ditta Supino Group srl di Napoli, azienda che avrebbe ottenuto gli affidamenti diretti di quei lavori in cambio di mazzette. 

Ultimo aggiornamento: 4 Giugno, 08:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA