Crollo di Torre Annunziata, avviso di chiusura indagine per 16 persone

di Dario Sautto

TORRE ANNUNZIATA - Crollo di Rampa Nunziante: chiuse le indagini per 16 persone, cedimento causato dai lavori al secondo piano. La perizia firmata da Nicola Augenti e Andrea Prota ha circoscritto le responsabilità (colpose) sul secondo piano dell’edificio di Torre Annunziata, crollato all’alba del 7 luglio scorso e costato la vita a 8 persone.

Tra loro anche Giacomo Cuccurullo, dipendente comunale e architetto, che sarebbe ritenuto tra i responsabili del crollo insieme agli architetti Massimiliano Bonzani (già sottoposto all’interdizione per 10 mesi) e Aniello Manzo. Insieme all’amministratore del condominio, Roberto Cuomo, avrebbero dovuto “avvisare i vigili del fuoco” scrive il procuratore Sandro Pennasilico per far sgomberare il palazzo, visto che erano comparse crepe evidenti per la rimozione di alcuni “maschi murari” da parte di Pasquale Cosenza, che avevano indebolito la struttura. 

Chiuse le indagini anche per il proprietario di quell’appartamento, Gerardo Velotto, e gli altri indagati Massimo Lafranco, Rosanna Vitiello, Ilaria Bonifacio, Emilio Cirillo, Mario Cirillo.
Martedì 17 Aprile 2018, 11:57 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 12:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP