Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Da Napoli al Salento per uccidere la ex: ergastolo confermato in appello

Giovedì 22 Settembre 2022
Da Napoli al Salento per uccidere la ex: ergastolo confermato in appello

I giudici della Corte d'Assise d'Appello di Lecce hanno confermato la condanna all'ergastolo per Salvatore Carfora, il 39enne di Torre Annunziata che il primo febbraio 2021 uccise Sonia Di Maggio, di 29 anni, di Rimini, la sua ex fidanzata, accoltellandola per strada a Specchia Gallone, frazione di Minervino. I giudici hanno annullato l'isolamento diurno per un anno disposto dai giudici della Corte d'Assise in primo grado.

La giovane si era trasferita in Salento per iniziare una nuova relazione. Carfora, arrivato da Napoli, la sorprese per strada mentre passeggiava col nuovo compagno. Scese dall'autobus e la uccise sotto gli occhi dell'uomo con 31 coltellate inferte al capo, al collo e al volto. L'omicidio era stato preannunciato da una serie di messaggi minacciosi nei quali Carfora intimava ai due di interrompere la loro relazione. 

Ultimo aggiornamento: 22:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA